La tranquilla vita familiare…

Appena uscito dall’ospedale, con ancora il fianco dolorante, ho trovato mamma e papà tutti premurosi all’usita dell’ospedale. Queste due amorevoli creature hanno pensato che:"visto che sei ancora in convalescenza, torna a casa co noi, non vorrai micca restare da solo a casa?"… Ovviamente la mia risposta sarebbe stata si, ma come fare a dare un dispiacere a quegli occhietti da cerbiatto? Insomma, ho ceduto alla tentazione, sono salito con il papi e li ho seguiti nella mia antica dimora… aiuto! A I U T O!

Sono bastate pochissime ore per riportarmi indietro nel tempo. Innanzi tutto il mio caro babbo, appena ho osato prendere in mano il telefono, ha riattaccato con la filippica delle telefonate brevi… ma cazzo, sono 10 anni che abito per i cazzi miei, e faccio tutte le telefonate che mi pare, ma è possibile che mi debba sentire ancora trattato come un bambino?

Cioè, se andiamo avanti di questo passo, quello che non mi hanno fatto le coliche renali, me lo fa venire mio papà. Mmmmm, cari genitori, vi voglio tanto bene, sono un bravo ragazzo (…), non ho tanti stravizi, mi volete cortesemente scendere dai coglioni almeno per una settimana? Un bacio

Published by