Berlusconi come SherlockHolmes…

Il vostro presidente del consiglio è intervenuto oggi per esprimere la sua opinione sull’attentato di Madrid. Nei due colloqui con il "Corriere della Sera" e con "La Stampa", esprime i suoi dubbi: "Troppe coincidenze in un meccanismo spietato e perfetto, non credo che ci sia soltanto la mano di Al Qaeda". "Sono convinto che Aznar avesse visto giusto, che in qualche modo l’Eta abbia avuto una parte negli attentati. Troppo sospetta la dimenticanza di certe tracce qua e la’…". "Certe casualita’ – continua il premier – danno l’idea che sia stato messo in atto un meccanismo spietato nella sua perfezione per provacare certe conseguenze politiche: dietro c’e’ una mente raffinata". Insomma, il nostro novello Sherlock Berluscholmes vede complotti ovunque. E allora io proporrei di mandarlo subito a quel paese (la spagna), dove potrà, grazie alle sue capacità intuitive, dare un’aiuto concreto alla ricerca dei colpevoli.

Published by