KRAFTWERK

Sono ancora in estasi, é stato strepitoso. Il concerto era al Tempodrome, i Kraftwerk hanno fatto due concerti in una sera, uno alle 19.30, l`altro a mezzanotte. Noi avevamo il biglietto per il secondo. Siamo arrivati verso le 23 pieni di buone speranze, tutte abbondantemente ripagate. Hanno iniziato quasi puntuali e hanno fatto 2.30´ di concerto. Sono usciti vestiti di nero con camicia rossa, come nell´album "Man Machine" (brano con cui hanno iniziato il concerto). Nella seconda parte, come da copione, sul palco c´erano i robots. Hanno poi finito con le tute nere a righe fluo e hanno salutato con il brano "Musique non stop" lasciando il pubblico in delirio, me compreso!

Alla fine, da bravi groupie, li abbiamo aspettati all´uscita e abbiamo chiesto gli autografi… quasi come le fans dei Take That 🙂 Avere davanti Ralf Hutter mi ha fatto impressione, stringere la mano a quello che considero un maestro é stato esaltante, ero vicino a una delle persone che hanno contribuito a cambiare la storia della musica.