A volte ritornano…

…purtroppo. Pensavo ce ne fossimo liberati, che non avremmo mai più sentito parlare di loro, che ogni cosa fosse stata dimenticata da tutto e da tutti. E invece, dopo 7 anni di mai troppo lungo silenzio, sono tornati i Jalisse. Quando ho letto l’articolo ho avuto un sussulto, "ma com’è possibile?" mi sono chiesto, non può essere lo stesso gruppo musicale che, battento ogni record, era diventato meteora già dal secondo giorno del festival. Il loro pezzo "fiumi di parole" non si trovava nei negozi musicali, ma in farmacia nel reparto lassativi e riportava scritto sulla confezione "può avere effetti collaterali, non superare le dosi consigliate". Insomma, oltre ogni più terribile incubo, eccoli ancora tra noi, e pure minacciosi, infatti grazie al loro progetto "localitour" rischiamo di trovarceli sotto casa, peggio degli zampognari a natale. Aiuto

 

 

 

 

Published by