Ciao

Se AB173ZN potesse parlare (e grazie al cielo non può farlo) potrebbe raccontare 10 anni di amicizie, risate, bugie, illusioni, pianti, sesso, città, giovani, vecchi, mestruazioni eccessive, animali, sogni, droghe varie, segreti inconfessabili, viaggi assurdi, orge, incomprensioni, sudore, concerti, incidenti, cazzi enormi, fighe mozzafiato, bellissimi ballerini, poeti, cantanti, scrittori e scrittrici, rabbia, malattie, cibi appiccicosi, bibite troppo gasate, autostrade, vomito, amplessi, vini pregiati, malati mentali, madri inconsolabili e padri consolabilissimi. Per tutto questo tempo è stata una compagna discreta ed affidabile. Solo negli ultimi tempi ha iniziato ad essere stanca di tutti i miei eccessi.

L’ho abbandonata venerdì davanti al concessionario Nissan di Reggio. Facendo finta di niente l’ho svuotata di tutti gli oggetti che aveva in custodia, tutti tranne una collana che ho nascosto all’interno come ultimo regalo; Gli ho fatto una foto e poi con una scusa sono entrato nell’autosalone, per poi uscire dal garage posteriore insieme ad un’altra macchina. Chissà che cosa starà pensando, dopo tutto quello che ha fatto per me io l’ho lasciata così, per una giovane micra. E’ solo il primo momento, poi si sentirà meglio. Un gruppo di bravissimi meccanici la cureranno, la puliranno e la faranno ritornare la meravigliosa macchina che avevo conosciuto tanti anni fa. Poi la mettrano in bella mostra e Lei, sorriderà fiera a tutti quelli che la guarderanno, saprà conquistare e farsi amare. Chissà se la rivedrò in giro per la città, nel caso succeda, sono sicuro che farà finta di non vedermi, è una macchina molto orgogliosa Lei. Ciao AB173ZN, grazie per tutto quello che hai fatto per me, ti vorrò sempre bene.

Published by