La Pierina

Uno arriva al lavoro tutto scoglionato, con un umore sotto i piedi, una faccia che sembra abbia dormito sotto al culo di un gatto, e si trova questo biglietto attaccato all’affettatrice con su scritto:

Nel mezzo del cammin di mezza vita,
vestita a festa,
incontrai un’osso nella coppa di testa.

Hei amico non indulgiare assai,
una bella affilata non guasta mai!

La tua Affettatrice.

La Piera, se non ci fosse bisognerebbe inventarla!