Non c’è gusto ad essere romantici!

Brevemente:
– La compagnia era molto piacevole.
– La serata è stata spassosissima.
– La torta è stata molto più che apprezzata.
– Ha un nuovo ragazzo… ma non sono io.

Adesso basta, sono stanco, non ho più l’età per queste cose. I bacini? Le stelle viste dal balcone della mia casa in montagna? Le carezze sul collo? Poi va a finire che uno ci crede, che comincia a pensare di avere trovato la persona giusta, che inizia addirittura a fare progetti su un fine settimana insieme. Eh no ragazzi, troppo difficile. Molto meglio ritornare il disincantato di sempre, fa meno male. Quindi, mi mangerò l’ultima fetta di torta, gusterò il piacere zuccherino ed il retrogusto amarognolo che mi riempirà la bocca.
Si volta pagina Larvotto.