La portinaia del cannocchiale

Mamma mia che giornate. E la festa a Milano, e la discoteca, e il lavoro, e il compleanno, e questo, e quest’altro, uno arriva a sera che non ce la fa più. Per fortuna che ho trovato chi mi da una mano. La signora qui sopra è un vero angelo. Precisa, svelta e soprattutto taaaaanto discreta. Mi ha messo a posto la casetta in quattro e quattr’otto, mi ha anche aiutato a scegliere i decori giusti, proprio i css che volevo io.

E poi mai una volta che si sia lamentata, sempre sorridente con tutti quelli che mi vengono a trovare, cordiale, affabile, onesta, insomma un vero angelo.

Io sono anche un poco in imbarazzo con lei. Non so bene come sono le tariffe stabilite dai sindacati, e allora gli avevo proposto uno scambio. Solo che non posso continuare a pagarla a salami e culatelli, bisognerà che si faccia un contrattino serio. Lei ha già il suo bel da fare con quelli del palazzo qui di fianco (certa gente che non vi dico, tutti un poco strani), chissà che lavorate che si fa quella povera stella… Insomma, io volevo metterla in regola con i contributi. Mi hanno detto che a Roma c’è una persona che si intende di queste cose, mi sembra che abbia aiutato anche il ragazzo strano che abita nel suo palazzo, bisognerà che ci si sieda tutti a tavolino e si faccia qualcosa di scritto.

Intanto gli lascio un bigliettino sulla porta: “grazie signora portinaia, di cuore šŸ™‚

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

13 thoughts on “La portinaia del cannocchiale”

  1. Oddio, sig. Larvotto, ma lei mi fa arrossire! Lei sì che sa come parlare a una signora, non come certe segretarie che conosco io.

  2. Scusi, signora..Lei sa che non sopporto i pettegolezzi…ma la portinaia lì…l’è spusada o la convive…insomma non è che la vive nel peccato, vero? Non per altro, ma per il buon nome del palazzo, vero…eh!

  3. Sig. Alex, ahimé ero sposata ma purtroppo mio marito, sa com’è, un giorno ha preso freddo, è stato tanto male e sì, è andato. E comunque io sono una signora all’antica, di quelle perbene, mica come certe mie conoscenze che… non mi faccia dire altro!

  4. macchè ha preso freddo. la megera ha ucciso il povero marito, una persona così dabbene, così buono…micca come la strega qui. sempre a ficcare il naso nelle faccende altrui e poi a spettegolarle in giro, con l’aiuto di quel suo amico, quella melochecca…
    bah, diffidate gente, diffidate

  5. Oh sig.na Segretaria, come mai è a casa dal lavoro a quest’ora? Si è forse guastato il lampione sotto cui esercita?

Comments are closed.