Il ritorno di Olga!

Tu vuole me?

Ammici! Quale gruossa giuoia de sentire che io ve suono mancata. Io stata qualche tiempo luontana, ma ora io tornata. Io tanta vuoglia de calòre italiano. Quando io luontana in mia Russia, io deciso de prueparare bjella suorpresa. Vuisto che vuoi siete tutti uomini muolto suoli (io non vi vedere mai insieme a duonne), io chiamato cuon me tante mie ammiche, tutte bjellissime e tanto desideruose di trovare uomo.

Preparate vuosti uocchi, pruesto su questo bluog potruete trovare duonna di vuostra vita!

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

30 thoughts on “Il ritorno di Olga!”

  1. Uh signora Olga, che piacere! Quando vuole venire da me a prendere un té coi biscottini fatti in casa, sappia che è la benvenuta. Così potremo parlare un po’ dei nostri uomini, su certe cose possiamo capirci solo tra noi donne vero?

  2. Come posso combattere con tanta bellezza??? Cara Olga da oggi il mio obbiettivo primario sarà diventare come lei…. e allora giù di tortelli e lasagne per la linea,stucco veneziano e cemento a presa rapida per viso e capelli e poi vediamo chi è la più bella ; - )

  3. Non si preoccupi, sig.ra Divina, con Olga siamo già d’accordo, questo fine settimana andiamo insieme a ballare la polka all’inaugurazione del "Liscio e Busso", sa quella nuova balera di cui parlano tanto a Radio Guardiola Internéscional. Pensi che per la serata ci saranno anche Paolo Limiti, la Nilla Pizzi e pure la Carla Boni. Sapesse Olga quanto ci tiene!

  4. Ma è proprio nelle balere che si cucca tanto; la mia bidella quando va a ballare il liscio "rimorchia" puntualmente…vedrà che Olga si troverà come il cacio sui maccheroni…

  5. Sig. Alex, secondo lei perché Olga non mi ha lasciato neanche finire di invitarla che già urlava "Da! Da! Vengo di cuorsa, volio tocàre Pauolo Limiti, viero esempio di maschio stal

  6. Mi scusi, sig. Alex, mi son dimenticata di firmare. Sa mi son scivolati via al momento sbagliato gli occhiali quelli che uso per vedere da vicino.

  7. ah ecco, era ora!ma la prossima volta telefona, che sto in pensiero, ho piacere che ti intenda con la portinaia, così in due rincurate meglio il Larvotto che sabato prossimo deve fare la sua porca figura. DasvidanieOciciornie

  8. comunque, la vedo in gran forma (in tutti i sensi); il rosso le dona, ma non si capisce cosa tiene sotto lospacco….

  9. Mi scusi signora portinaia…ma dica la verità…anche lei a Paolo Limiti una palpatina gliel’ha data…così tra noi amiche lo può confessare…

  10. Signor Alexejei, ma lei per chi ha me preso? Dòna ucraina è muolto calda ma è anche muolto seria, mio cuorpo no è acquasantiera.

  11. Mi scusi signora Olga, ma io chiedevo alla portinaia…e poi non confondo mai il sacro col profano…più che un’acquasantiera la paragonerei a una tazza di the in cui pucciare… : - )))

  12. Un momento che mi sistemo l’amplifòn. Sig. Alex, cosa stava dicendo, che voleva una tazza di acquasanta per pucciarci il savoiardo? Uh, l’acquasante non ce l’ho, fa lo stesso una tisana al ginepro?

  13. Cara Sig.ra Olga…il biscotto…cos’ha capito!?
    Cara Sig.ra portinaia, non mi crea problemi il ginepro, ciò che conta è la qualità di ciò che vi si puccia…
    Oh signùr, cosa mi fate dire, scostumate…

  14. "s’ammorbidisce"? No, no, cara signora…forse non ci siamo capite…poi io di mio preferisco i biscotti un po’ secchi…

Comments are closed.