Ma che bjella fiesta

Ammici, ma che bjello vuostro paiese! Io già fatto tanti bjelissimi incuontri. Pruoprio l’altra siera, mientre mio datuore di lavuoro andava in muontagna (io cruedo muontagna pierchè lui uscito cuon catene) io suono andata insieme a signuora puortinaia in bjellissima fjesta, dove ho incuontrato anche uomo che mi ha fatto buollire sangue in mie vene.

Io davero a siettimo ciuelo! Io mi siento come pjettirosso che truova briciuole di pane sopra njeve, o anche cuome muosca che truova caccuona gruossa e fumante (questa secuonda puossibilità non è cuosì ruomantica, ma rjende bjene). Vuostro pajese davvuero magicuo.

Uora io chiamare mi ammiche de russia e luoro venjre a trovare me, anche luoro vuolere provare cuosa vuole dire “vivere la vuita”!

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

10 thoughts on “Ma che bjella fiesta”

  1. Vista la seconda similitudine (quella della mosca)…non oso pensare come sia ‘sto popo’ (appunto) di uomo…
    : - )

  2. Ma come? Io aspetavo che in sito come kvesto caratere cirilico suportato era. Scrivero’ letera di protesta a mio amico Ximzs Piztofzs

  3. Ricievo uora letera di mio ammico Mitzva e scopro con orore che tiutto vero. Si vede subito che questa essere pagina di culattone comunista… : - )

  4. Carisimo Ximzs, ti ringrazvzs di tuo intersfzs. Ti pregvzs di contatarvzs aministratuor di sistemvfvzs e curegier proublemvfzs.
    Ia ljubljiu tibia. Forever yourz… Mitzva

  5. Mitzva! Al momentzva risultszaua durauha. Giassuha troppzaua grazziuha che questua paginshaua vah. Bacissuha 🙂

Comments are closed.