Flessioni e Riflessioni

Flessioni e riflessioni, come dice la brava Eloisa, e nel mio caso soprattutto riflessioni.
Non è stato un facile fine settimana, ho tenuto in iperlavoro i miei poveri neuroni senza sosta, ho cogitato di ogni, mi sono incazzato, mi sono depresso, mi sono annoiato, mi sono fatto pena, ho pianto, ho urlato, ho parlato (anche da solo), ho ballato fino a piegarmi, ho bevuto di tutto ed ho mangiato un sacco di schifezze.
Ho ricevuto messaggi molto belli, sintesi di emozioni in 160 caratteri, quasi strepitoso. Ho parlato per ore al telefono, sono stato logorroico come mio solito, ma avevo bisogno di buttare fuori tutto.
Sto meglio, non bene, ma meglio, ho fatto una sorta di pulizia. Ho cancellato tutti gli sms (tranne uno perché è bellissimo), gratuite parole che hanno oramai perso i brillanti colori di qualche giorno fa. Le liste delle ultime chiamate, sia effettuate che ricevute, non contengono più il suo nome. Ho tolto dal desktop la foto che aveva fatto lui… So che sembrano sciocchezze, però è meglio evitare inutili forme di autolesionismo.
Chiaramente vorrei che si potesse arrivare a costruire qualcosa, oltre ad una fallimentare relazione, però questo non dipende [solo] da me…

Ma soprattutto, cerco di guardarmi allo specchio senza sentirmi inutile.
Quindi, in questa meraigliosa giornata di sole ho deciso di compilare la mia “lista degli obbiettivi” per il nuovo anno. Basta struggermi chiuso in camera, fuori c’è un mondo e io ne voglio fare parte.

Io devo:
– Smettere di mangiarmi le unghie
– Iniziare una ginnastica per la schiena
– Non farmi mai più morire nulla in bocca
– Mangiare regolare
– Dedicare più tempo ai libri
– Ricominciare a suonare
– Cantare una canzone insieme a Divina
– Fare un altro tatuaggio
– Tornare a Roma ed attraversare la strada
– Conoscere Dolcelula
– Fare più sesso usando solo l’uccello e non disturbando la testa
– Lo shopping a Berlino
– Ubriacarmi a Venezia in un giro di bàcari
– Al prossimo assalto, dire ai testimoni di Geova che con “la torre di guardia” ci si possono tranquillamente pulire il culo
– Assaggiare il Frìco, tanto pubblicizzato dalla Giulia Blasi
– Vendere tutti i miei Nathan Never ed i Legs Weaver
– Accettare il fatto che non sono più un ragazzino
– Andare spesso al cinema
– Organizzare le vacanze senza preoccuparmi di nessuno tranne me (e che cazzo, almeno un qualche vantaggio la sigletudine la dovrà pur dare no?)
– Ogni tanto una partita a bowling
– Rifare la marmellata di pomodori verdi
– Rifare il nocino
– Imparare a stare da solo

Forse ci sarebbe da aggiungere molto altro, ma per adesso va bene così…
Ah, ovviamente voglio innamorarmi fino a perdere il controllo, perché queste sensazioni fanno volare la mente lontano e a me piace viaggiare… Come dice un vecchio proverbio Siriano “impazzisci o cuore mio, nella follia c’è un altro mondo da vedere”…

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

39 thoughts on “Flessioni e Riflessioni”

  1. Cavolo, adesso stampo la lista e l’appendo in camera! con qualche aggiunta magari.. grazie caro! …Cmq larvottino io fossi in te cancellerei il punto 18! 🙂

  2. a berlino conosco un paio di negozietti niente male 😉
    pare che sia un periodo opaco per molta gente, chi lo sa…magari è solo colpa delle feste imminenti. e la befana si porterà via tutto…

  3. Davvero un fine settimana tremendo, ehh..! Penso cmq che ognuno di noi – se si guarda bene attorno – ha una persona disposta ad ascoltarlo e consolarlo. Molti, però, non se ne accorgono, anzi continuano a fare gli stessi errori; benchè siano consapevoli di tutto ciò. Saluti….

  4. non immagini neanche quanto ti possa comprendere.
    Decisamente il mio unico obiettivo per l’anno nuovo sarà: "imparare a stare da solo"…bacio

  5. se vuoi imparare come si può stare da soli, nel bene (e qualche volta anche nel male….) sappi che sono un esperto! un bacione :))

  6. E’ davvero bello il fatto che tu riassesti i disordni che albergano nella tua vita, ma ricorda sempre le piccole privazioni fortificano il cuore.

    ti faccio dono di un passo tratto da:
    "Le mille e una Notte"

    Che passi un solo giorno senza vederti, il petto mi stringe e le lacrime a rivoli continui mi sgorgano dagli occhi. Tu che appassionatamente desidero, sappi che la passione mi possiede, come un padrone lo schiavo, perchè la mia follia nn puo’ accrescere il mio amore.

  7. Bei propositi… specie quello di innamorarsi ancora…
    Per me il primo obiettivo che haui elencato è assolutamente impossibile (non mangiare le unghie…) le ho provate tutte…
    Come ti viene il nocino? Mi piace molto, se fatto bene…

  8. giusto per sdrammatizzare: quando ho letto il proposito "Non farmi mai più morire nulla in bocca" la prima cosa che ho pensato è stata: "Mai oral sex col Larvotto!" 😉 Un bacio affettuoso.

  9. A Scandiano è appena stato inaugurato il bowling nuovo di pacca… NUOVO come l’anno che verrà… speriamo il bene!!! (almeno non sarà bisestile) A presto perchè alcuni punti mi sono un pò oscuri… Zio…… BACI TERRY

  10. meglio Mardi che Tai… sappi che farò di tutto per aiutarti a raggiungerne il più possibile (almeno il 7 ma vorrei anche esserci al 10… ho ancora gli incubi la notte)

  11. Grazie a tutti!!! : - D Dolcelula, non so come guida Sedna, ma so come guida quello che mi ha imbarcato a Maggio e mi ha fatto il naso nuovo 🙁

  12. Comunque per il giro di bàcari a Venezia da bravo autoctonoposso farti tranquillamente da guida esperta e portarti nei posti migliori e più malfamati

  13. amore…conosco dei bacari fantastici e poi, ubriachissimi e molesti, potremmo cantare insieme nelle calli veneziane…che dici?

  14. mi aggrego – ocio però a evitare le calli dove le donentte svegliate nel sonno potrebbero rovesciarti un catino d’acqua in testa (come facevano con noi quando eravamo giovani)

Comments are closed.