Un momento di preghiera

Quante volte cerchiamo le parole per avvicinarci al nostro Dio?
Oggi, in un momento del tutto inaspettato, ho avuto l’impellente bisogno di comunicare con il Nostro Signore.
Ero al lavoro, intento ad affettare un etto di crudo per una signora quando, improvvisamente, il grosso braccio dentato che si usa per bloccare i salumi sull’affettatrice, a causa di un brusco movimento, è caduto come una ghigliottina sulla mia mano.
Non potendo cantare a squaciagola “Osanna nell’alto dei cieli”, ho cercato di assumere l’espressione più candida possibile, mi sono girato verso la signora e l’ho guardata in un modo che, al confronto, la povera Bernadette era una meretrice, poi sono andato un attimo nel retrobottega.
Mi sono sfilato i guanti e, mentre lavavo e disinfettavo le ferite, iniziavo a pregare.
Una preghiera decisa e liberatoria dedicata a Lui.
Non so se è stato per via del prosciutto, ma l’abbinamento con il maiale è stato spontaneo.

22 risposte a “Un momento di preghiera”

  1. io invece promuovo da anni un nuovo movimento religioso….quelli de "dio c’è, ma è ironico…e permaloso (perchè io dico che è ironico, e lui si accanisce)" !!
    che faccio….mando tessera 2005?

  2. 🙂 Ciao Luca, la tessera sarebbe molto gradita… manda pure e dimmi dove pago l’iscrizione..

  3. Povero Larvottino! Senti, ma la signora, vedendo le fettine di mano che hai depositato nel suo prosciutto, ti ha per caso detto "lasci pure, faccia due etti" ???
    (perdona il mio humor nero larvotto, in realtà di mando baci per una pronta guarigione. Spero non sia niente di grave…)

  4. Ciao oLona, pure io non ero molto sveglio 🙂 Jenny, nulla di grave, ha fatto solo male 🙁 e la signora ha gradito le fettina di mano 😉 bacio

  5. Faccia finta che non mi sono messa a ridacchiare e accetti i miei migliori auguri di guarigione ; - )

    Baciuiui

  6. sei stato bravissimo, di solito io in quelle situazioni oltre che all’osanna, intono pure il magnificat, l’alleluja, il gloria per finire alla grande col Te Deum. inoltre, per non smentire lo spirito biblico, non manco di pensare a un accostamento totale con noé e l’arca con dentro tutti gli animali esistenti e conosciuti, rigorosamente in coppia 🙂

  7. spaventashow domenica 6 febbraio a modena (forse la sera prima a bologna, ma non è ancora sicuro…). vieni? eddai!

  8. Grazie a tutti, la mano destra sta bene, stasera la provo a fondo e vediamo come si comporta 😉 SSS, domenica 6 febbraio dovrei essere in teatro a ferrara 🙁 confido in sabato 5!!! Signorina Cannuli… inutile dire che è stato un intenso fine settimana, non so se riuscirò a dimenticare così presto la sua bocca…

I commenti sono chiusi