Un concentrato di felicità (proviamo a fare un riassunto)

Stavo cercando riorganizzare le idee, su quello che ho fatto questo weekend, e mi sembra strano di essere riuscito a fare così tante cose in meno di 48 ore…

Sabato:

Mattina di iperlavoro, corsa a casa, doccia, barba, macchina, reclutamento amici, autostrada, Milano, Villa Carina.

Scambio di telefonate, sms, incontro con amici e poi tutti verso un garage sale.

Aperitivo a base di martini, chiacchiere, strabilianti scoperte, ammiccamenti e tutta una serie di “saluti ai blogger” che, se dovessi iniziare a linkare tutti quelli che c’erano, finisco domattina.

Cena in ristorante “napoletano” gestito da egiziani, abbiamo mangiato pizza con ricetta esclusiva, uno speciale impasto di sale, un pizzico di farina e acqua del mar morto…

Caffè e poi tutti di corsa verso l’HD!

Mini concerto dei Whippink, su di un mini palco, in una mini discoteca, con un mini bagno ed un mini privè.

La massiccia adesione alla serata, ha riempito fino all’inverosimile il locale. Siamo stati costretti a sudare a turni.

Il problema più grosso però, sono state le tette di Divina. Appena qualcuno si trovava di fronte la superdotata cantante, restava a bocca aperta chiedendosi “ma sono vereeeee?”.

Ballato, chiacchierato e bevuto.

A nanna alle 5.

Domenica:

La sveglia ha suonato alle dieci, spento sveglia, cambiato coscia di appoggio e di nuovo nel mondo dei sogni.

Verso le 11 e una spina media di caffè, i primi segnali di ripresa.

Chiuso casa di Antonella, non prima però di avergli rotto la moka (scusa).

Autostrada, caffè, Verona, caffè, noto stilista, caffè, Miralago, regalone di compeanno (grazie, grazie e grazie, vi adoro), sosta per visita a studio e collezione mucche, caffè, baci e abbracci.

Arrivo parco termale, riunione con i partecipanti e poi tutti in acqua.

Semi orgia collettiva sotto alla grotta (non ho ancora capito di chi era quel piede che stavo leccando), fancazio totale nella vasca a 40 gradi (no dico, ma è una favola) con massaggi di gruppo mentre si guardavano le stelle.

Cotti a puntino, abbiamo poi lasciato il parco termale e ci siamo diretti verso Reggio.

Tappa al ristorante perchè tutta quell’attività fisica ci ha messo appetito.

Sazio ed appagato, sono tornato a casa con il sorriso sulle labbra.

E’ stato un bellissimo fine settimana, mi sono divertito e sono stato bene.

Grazie a tutti 🙂

ps

QUANDO LO RIFACCIAMO??????????????????

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

8 thoughts on “Un concentrato di felicità (proviamo a fare un riassunto)”

  1. @Vertigo: Spero prestissimo!
    @ anotherMe: E’ piaciuto anche a me 😉
    @Andrè: Facciamo da te o da me? 😉

  2. so di essermi perso qualcosa. tantomeno, ho scaricata la posta per tempo…managgia!
    ero altrove, tuttavia, e pure in interessssantisssssima compagnia (diciamo che mi dispiaccio molto d’aver saltato, ma, tuttavia…apparirò sfacciato e indelicato)
    diciamo che wippink l’avrei gradita
    (e forse anche la tua conoscenza)

  3. se non mi ricordo male le dimensioni dell’HD, mi chiedo come diavolo facessero a starci dentro contemporanemante il pubblico e le tette di Divina

    mannaggia alle gare di nuoto, se non c’era quell’impegno ci saremmo aggregati anche noi per le terme >:(

  4. Direi domenica 27.. mikka per altro: ero convinta fosse la prox domenica … e pensa che avevo quasi racimolato un gruppetto pure!Ah la vecchiaiaaaaaaa Uffi uffina!

Comments are closed.