Loredana Lecciso, si vive una volta sola?

Finalmente, dopo estenuanti ricerche, spremiture di e-mule e centinaia di sharing, sono venuto in possesso della nuova canzone di Loredana Lecciso Si Vive una Volta Sola! Che culo eh?

Ne avevo già parlato qui, ma devo essere sincero, dopo il primo ascolto mi sono dovuto ricredere su tutto quello che avevo già detto.

Quella che io immaginavo essere una canzone inutile, lagnosa, cantata male e con rime scontate, si è rivelata essere anche peggio.

Se con “Hung up”, Madonna ha campionato gli Abba ammiccando agli anni 70, la Lecciso con “Si vive una volta sola” ha plagiato “Tocalo Tocalo” di Carmen di Pietro ammiccando ad Alba Parietti.

Ma chi è che gli ha curato l’arrangiamento del brano?

Vorrei davvero sapere se qualcuno ha avuto il fegato di far apparire il suo nome su quella produzione.

Se mettevano una tastiera bontempi, con due o tre ritmi già programmati, in mano ad una scimmia, probabilmente il risultato sarebbe stato migliore.

Ma tralasciando per un attimo la banalità della musica, mi soffermerei invece sul canto (?).

L’attacco è esilarante, nonostante sia sorretta da due controcanti, equalizzata e compressa, la voce della Lecciso risulta stonata.

Una imbarazzante sequela di gracchiate che fanno da preludio al tanto atteso ritornello “guardami negli occhi, guardami nel cuore, ogni donna ha il suo dolore”!

Ecco, qua tanto di cappello, il ritornello è davvero azzeccato, l’ultima canzone che mi aveva dato la stessa emozione era stata “Ciuf Ciuf” di Carmen Russo.

Già dopo il primo ascolto, questa insulsa lagnetta ti si conficca nel cervello e non si stacca più.

Fa talmente schifo che non riesci a dimenticarla…

Come dite? Che in realtà quel ritornello è una serie di note classiche trite e ritrite, ed è per questo che risulta di facile assimilazione?

Si, in effetti è vero, potrebbe essere qualsiasi canzone con ritmo latino, quelle frizzanti melodie in pericoloso bilico tra il trash ed il kitsch.

Un poco mi mancavano le “canzoncine da soubrette”.

E’ vero che siamo ancora molto lontani da una “Disco Bambina” che, nonostante fosse una copia di “Best disco in town” dei Ritchie Family, ha preso vita propria superando in celebrità l’originale (in italia ovvio).

Però, se la Lecciso si impegna un pochetto, e con un buon look baraccone, potrebbe anche diventare un classico da discoteca gay.

Insomma, in un tripudio di chitarre flamencate da far impallidire anche Gigi D’Alessio, la nostra Loredana Lecciso riesce a regalarci (a regalarci se non compriamo il disco ovvio), treminutietrenta di magia.

Eh si, magia. Che altro sennò?

Non sa ballare, non sa cantare, non è autrice, non sa presentare, non è bellissima, non ha classe, non è nemmeno davvero bionda, eppure ha fatto un disco… se non è magia questa.

Ci sono stati altri precedenti del genere, ma solo con il tempo scopriremo se la Lecciso, sarà in grado di diventare la Pia Zadora italiana.

Se la trovo come ringtones, la scarico.

🙂

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

23 thoughts on “Loredana Lecciso, si vive una volta sola?”

  1. io invece ho sfidato la bufera di neve di sabato e sono andato all’edicola a comprarlo! io la trovo davvero talmente trash da risultare irresistibile.
    ps:arrangiamenti e produzione sono di vanni boccuzzi e gianni belfiore (autori insieme alla stessa lecciso anche del brano)

  2. Ciuff Ciuff di Carmen Russo manca dalla Supreme Trash Collection (autrice una simpatica Zia 😉 )! Però ho una Ciuff Ciuff di Liberovici, va bene lo stesso come termine di paragone? 😀

  3. considerato il personaggio, una volta sola corrisponde a una volta di troppo.
    Proporrei una rilettura del titolo in romanesco standard: “si vive una volta, sola” (sottotitolo: “magari impiegala per fare qualcosa di sensato, te e l’altro di C.L.ino San Marco…).

  4. Caro Dolcelula, è proprio la mancanza di quelle cose a lasciarmi tanto spazio per queste cazzate 🙂

  5. Ho visto a Blob lei che canta (male) in playback mentre ballicchia…Dal basso della mia ignoranza :secondo me la voce della song sicuro non è la sua!Non riesce ad essere simpaticamente kitch xchè è così antipatica e ignorante che te fa venire prurito alle mani…Intendo x prenderla a schiaffoni tramite schermo, non altri tipi di cose da fare con le mano…

  6. Io ho visto, in esclusiva a Verissimo, il videoclip. Stile anni 80, lei in abito da sera sdraiata sul letto in un castello. Sembrava Pete Burns.

  7. “Non sa ballare, non sa cantare, non è autrice, non sa presentare, non è bellissima, non ha classe, non è nemmeno davvero bionda, eppure…”

    Larvotto, ma ti sei accorto che questa descrizione calza benissimo anche a Madonna? ; - )

  8. Gattopesce, a chi lo dici… è una vita che la dò, de sopra e de sotto, sguinzagliata anche oltralpe… ma gnente 🙁

    e poi, Madonna e Lecciso?
    Cerchiamo di non mescolare la merda con la nutella eh? 🙂

  9. Uscirà a breve un singolo della nota sexystar romana

    Loredana Bontempi, ed ora canto
    La canzone, scritta dal direttore di Italymedia.it Antonello De Pierro, ha per titolo

Comments are closed.