13 risposte a “Arbeit Macht Frei”

  1. Un film meno conosciuto ma da non perdere… “L’ultimo treno”… e un libro, il Diario di Etty Hillesum… una ragazza ebrea olandese che partì da Westerbok per Auschiwitz cantando…

  2. guardi ,caro larvotto, : - ((
    sto facendo uno stage in compagnia di un tizio giovane(27 anni) che sostiene le teorie revisioniste..
    perché gli imbecilli capitano tutti a me???

  3. al cinema rosebud stasera un bellissimo film: Ogni cosa è illuminata sul tema della memoria, nella sala adiacente mostra dedicata all’olocausto degli omosessuali.
    pampa

  4. Lo scorso anno i Modena City Ramblers hanno organizzato “il viaggio della memoria” in treno/pulman fino ad Auschwitz,c’erano con loro sopravissuti e altre testimonianze… per non dimenticare…. alla sera concerto per tutti i partecipanti a Cracovia…
    Anche quest’anno credo lo faccino in compagnia di Bandabardò…. Viva la vida,muera la muerte!!!

  5. se magari prima di scrivere leggi scopri che la fuffa buonista è tutto quello che si scrive in questi casi, non quello che è accaduto.
    Tanto per mettere in chiaro, eh

  6. guarda che fuffa non è un termine “cattivo” o negativo

    volevo solo dire che è “inutile” pensarci un giorno e fregarsene 364.
    vai a ferragosto a parlare di dachau, e tutti ti diranno “eh?”
    (Per il resto, sono in quei giorni del mese, ecco)

  7. Il male più grande di questa nostra povera Italia, è la facilità con cui la gente dimentica qualsiasi cosa.

  8. …vedi io racconto m*****ate e parlo di megalomania e p*****ate senza senso…tu del giorno della memoria… Sei un grande….Sono stato in Israele quest’estate e a Gerusalemme ho visto il museo sul genocidio. Credo che sia una delle cose più toccanti che ho visto nella mia vita….

I commenti sono chiusi