Twosome Love, Threesome Love… (It’s our love)

Mamma mia che impressione, uno si assenta un attimo dal blog e subito si sente odore di chiuso, aspetta che apro la finestra 😀

Reduce da un fine settimana frenetico, ma ricco di soddisfazioni, vado a fare un piccolo inventario degli eventi.
Sabato pomeriggio, sistemato prosciutti e salami, sono partito insieme ai miei Amici.
Tutti gli anni, da tanti anni, ci dedichiamo un fine settimana solo per noi, lontano dal resto del mondo, ma eviterò di spiegare il tutto perché lo avevo già fatto qui, quindi, se siete curiosi, andatevelo a rileggere.
Insomma, anche quest’anno abbiamo festeggiato il nostro anniversario.
A decidere toccava a Daniela che, dopo vari ripensamenti, ci ha portato a Torino.

Abbiamo mangiato in due locali deliziosi (grazie ai suoi preziosi suggerimenti), abbiamo ammirato le belle luci per le piazze della città e la mole della Mole, abbiamo bevuto tanto, ho rischiato di prendere due sberle, abbiamo fatto shopping, abbiamo visitato il museo egizio, ci siamo voluti tanto bene.
E nella foga del momento, degli scatti e del troppo alcool, io non ho baciato la Cippo… Rifacciamo? : - (

Siamo tornati alla domenica sera e, alla sosta autogrill, abbiamo scoperto che a Torino Sud c’è un ragazzo disperato che cerca dei camionisti puliti.
Lo voglio aiutare e riporto qui il suo messaggio: “ok camionisti puliti. Bel giovane non mercenario con intimo da donna cerca maschio ben dotato 30-50 anni succhio con ingoio e lo prendo”.

Se siete interessati, chiedete pure a me che vi passo il numero 😀

L’inizio settimana invece è stato un incubo.

L’atmosfera natalizia mi ha già abbondantemente saturato i coglioni e, chi ha lavorato con me lunedì mattina, credo abbia imparato tanti nuovi simpatici abbinamenti santo – animale.
Inoltre, al prossimo che mi dice “il presepe è una tradizione che noi italiani sentiamo dentro”, la capanna con tanto di bue, asinello, Giuseppe, Maria e Bambin Gesù gliela faccio nel culo.
Sono andato a cercare la parrucca per domenica e, dopo averla indossata pieno di emozione, ho scoperto di assomigliare in maniera preoccupante a Sylvie Lubamba 🙁

La cosa più irritante però è stata una discussione con un cliente.
Mi ha iniziato a parlare di quanto è figa non so quale soubrette della domenica e, lamentando il fatto che molte persone non apprezzano le “troiette mezze nude in tv” (così le ha definite), ne ha dedotto che l’Italia si sta riempiendo di froci.
Ha poi amabilmente concluso dicendo che, se fosse per lui, i finocchi li appenderebbe tutti per le palle, sicuro che, in questa maniera, si risolverebbero la maggior parte dei problemi nel nostro paese… ma di questo ne parleremo nella prossima puntata.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

17 thoughts on “Twosome Love, Threesome Love… (It’s our love)”

  1. Spero tu gli abbia mostrato che i finocchi le palle le tirano anche… in testa all’inviso omofobo.

    Bel fine settimana dunque. Bravo il mio larvy

  2. Il presepe è una tradizione chem i sento dentro e quest’anno me ne serviva uno, ma Volontè dice che Oviesse Ikea e Standa non ce l’hanno….sai se alla coppe lo vendono? (così lo farei contento) 😉

  3. spero tanto che a quel simpatico cliente tu abbia affettato il prosciutto afferrandolo con le mani, ma avendo avuto bene cura di passarle prima ben bene a contatto diretto con i tuoi organi genitali 🙂

  4. ma avevi lo sguardo da spaccapassere di fronte a quell’imbecille di cliente???? spero tu abbia sputato nel prosciutto ;o))))

  5. meno male che era un week end, cavolo quante cose, è kiaro che AMOOO il tipo del messaggio, che te lo dico a fare.

  6. Che bel week-end che hai passato! 😉
    Ma se assomigli a Silvye Lubamba vuol dire che hai le tette che ti arrivano fino alle ginocchia??? 😉

Comments are closed.