Tiè!

C’era tanta gente al gay pride, molti più di quelli che si aspettavano, credevano 100.000 ed invece erano più di un milione, anche di più che al Family day.
Con la differenza che, il gay pride non ha avuto l’appoggio dei media, anzi, non ha avuto l’appoggio di nessuno, e questo lo fa ancora più importante.
Molti politici si erano tirati indietro, la Pollastrini aveva già mandato una simpatica disdetta, ma quando hanno visto la quantità di gente, che poteva equivalere a tutta una fetta di voti che si allontanava, ce l’hanno tirata con la fionda in corteo.
Leggere i giornali oggi fa sorridere, da una parte grandi applausi, da altre parti, tipo il giornale (con ancora il culetto bruciato), non potendo dire che è stato un fallimento, l’hanno subito girata in “è stata una rivolta contro Prodi“, per la serie, buttiamola in politica e non pensiamo al sociale.

Tra le cose che più mi hanno fatto sorridere però c’è stata questa storia dell’Etero Day.
Mica lo sapevo e, visto i risultati, ci sarebbe da ridergli in faccia.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

13 thoughts on “Tiè!”

  1. Io, etero e sposatissimo, sarei venuto, ma dovevo lavorare che c’ho il mutuo.
    Più diritti e non solo doveri per tutti.
    Un abbraccio larvotto 🙂
    thestral

  2. Marò quanta gente c’era… ahahah

    Il bello è che ufficialmetne in “non pride” hanno detto che c’erano 400.000 persone…

    Seeeeee ma se la piazza di S.Giovanni era pienissima e c’erano TANTISSIME latere persone nell’alta via….

    Ciao

  3. credo ti sia sfuggito i senso dell’intervento di gramellini, che nega sostanzialmente il trionfalismo del family day

  4. Quando vengono così bene, i Pride sono un’esperienza esaltante! Un milione di persone, la prospettiva di diventare finalmente un soggetto politico… I giornali che ho visto domenica al mio ritorno da Roma mi facevano perlopiù incazzare, un pò come al ritorno da Genova nel 2000 (ma non così tanto, è ovvio). Si dicevano le solite cose “baracconata, blablabla, lante della rovere, vips”…? Eppure di spunti ce n’erano tanti, anche polemici, tipo “non pagheremo le tasse e non daremo più i nostri voti a un governo che nel migliore dei casi ci ignora”. Comunque per chi non c’era sabato alle 15,00 ci sarà il pride di milano, ritrovo in porta venezia, via fino al castello e poi notte bianca Gay! Io e Poccibus ci saremo 🙂
    Kloro al Klero

  5. E adesso non possono più far finta di nulla… ovvero potranno se i gay e i simpatizzanti per i diritti civili riusciranno a disperdersi e non fare “lobby”… cmqe grande Pride… e mi sà che a Joseph gli sono venuti davvero i capelli dritti…

Comments are closed.