Chiudi gli occhi, apri la bocca (mago G, mago G)

Oggi, nel mio consueto slalom tra le corsie del supermercato, mi sono imbattuto nei biscotti Zalet della Galbusera e, mosso da un irrefrenabile desiderio ne ho comprato una scatola.
La cosa che mi ha stupito è che io quei biscotti non li ho mai mangiati, a farmi decidere l’acquisto è stato il ricordo della vecchia pubblicità dove, un improbabile mago, correva avanti e indietro con in sottofondo una strana musica della quale ricordavo vagamente la melodia.

Appena arrivato a casa l’ho subito cercata e, sorpresa sorpresona, ho scoperto che la base è una famosissima (e da me amatissima) canzone anni 80.

Non me n’ero mai accorto 🙁

Qui la pubblicità e qui la canzone originale.

ps
Ovviamente, al primo che mi dice "quack quack quack, ma non te n’eri mai accortoooooo?", gli pianto una scatola di biscotti su per il buco del gnau!
:-

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

15 thoughts on “Chiudi gli occhi, apri la bocca (mago G, mago G)”

  1. certo che se ci mettevano sul palco una scopa e due moci ottenevano lo stesso risultato. ma la canzone rimane fantastica : - )

  2. Io non ho mai collegato ammetto. Ero sotto psicanalisi per il Mago G che mi inquietava assai.

    E poi a rivederle lo spot…com’è anni 80 il termine “blusa felpata” 😀

  3. “quack quack quack, ma non te n’eri mai accortoooooo?”

    mauhahuahua

    QUANDO ARRIVA LA SCATOLA???

    :o)

    MITICI BISCOTTI!!!

  4. conosco personalmente l’attore che impersonava il mago g – è un’ottima persona, molto schiva, non ama parlare di quell’esperienza.

  5. Larvotto,
    come sempre dimentichi che Marc Almond ne ha fatto una splendida versione, “The G Wizard and the crying cookies”. Come hai fatto a dimenticartela? Quak!

  6. @gattopesce: ma dai, il mondo è sempre più piccolo 🙂

    @Zonasedna: guarda che non mi freghi mica sai? 😀

    @tutti: ci sono tantissime pubblicità, principalmente vecchie, che avevano qualcosa di magico, ti si attaccavano nella testa e non se ne uscivano più.
    Ci credete che, a volte, mi ritrovo a canticchiare la canzonzina della pubblicità di “sintony” un disgustoso profumo spray che girava negli anni 80 🙁

Comments are closed.