Tutti in campagna

Premesso che, anche senza foto, riescono ugualmente a farmi salire l’acidità di stomaco, ho visto che nei nuovi manifesti elettorali della PdL, la faccia di Berlusconi non è stata messa.
Che vorrà dire?

E sempre al proposito, ho fatto coraggiosamente un giro nella loro pagina…
Qualcuno mi sa spiegare cosa ha fatto la “nuova task force operativa composta da giovani e tecnici professionisti che operano da circa 4 mesi, giorno e notte, alla riconcettualizzazione del ruolo e dell’immagine del nostro Paese nel mondo, nonché alla rivalorizzazione dell’enorme patrimonio culturale, sociale ed economico costituito dai nostri connazionali“?

Il testo completo è qui.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

7 thoughts on “Tutti in campagna”

  1. Ma te lo dice il comunicato stesso cosa ha fatto da 4 mesi in qua: la riconcettualizzazione …
    LE PIPPE COI NOSTTRI SOLDI!!
    FGT

  2. Del resto adesso non candideranno coloro che sono sotto processo…a meno che non siano sotto il metro e settanta, abbiano un conto in banca oltre il miliardo di euro, abbiano subito un trapianto di capelli, e posseggano tre televisioni. Ecco cos’hanno fatto…

  3. larvotto, la task force ha prodotto un programma fenomenale:
    – abolizione dell’ici (oddio, lo avevano già detto due anni fa ma si sa, gli italiani hanno la memoria corta)
    – costruzione del ponte sullo stretto di messina (non ci aveva pensato ancora nessuno, o no?)
    – non ricandidare quelli condannati in primo grado, escluso però quelli che sono stati incriminati per evidenti motivi di complotto politico contro di loro (nemmeno michele serra avrebbe saputo concepire una battuta satirica così ben fatta)

    una volta fatte queste tre cose nei primi cento giorni di governo (è bene fare le cose con calma, visto mai che si sbaglia qualcosa), per il resto dei cinque anni della legislatura vedranno giorno per giorno cosa inventarsi.

Comments are closed.