Era meno faticoso mangiare tortelli! 3° puntata

La mia esperienza in palestra continua… ogni giorno con nuove insidie.
Cercavo la parola più adatta per descrivere il mio corpo dopo un mese di sudate. Ovviamente “tonico, vigoroso, scattante e maschio” le ho scartate subito, ho avuto poi un qualche dubbio con “cotechino” ma, alla fine, la parola perfetta per descrivere la mia forma fisica è uscita: pietosa.

La palestra è un campo di battaglia, chi si sta allenando butta sempre lo sguardo per vedere se quelli intorno fanno meglio, e tra le tante cose che, durante i miei allenamenti, tendono ad abbattere la mia autostima (la poca rimasta), dopo una serie di “cubisti del bilanciere” è arrivata anche una ragazza, da me subito soprannominata “la figa insulsa sportivissima e con la tuta fica che si allena tutti i giorni dalle 3 in avanti”.
Questo esemplare di femmina l’ho già incrociata più volte.
L’altro giorno stavo ansimando su una macchina per i pettorali, e stavo faticosamente finendo la terza serie di dodici quando vedo la “ la figa insulsa sportivissima e con la tuta fica che si allena tutti i giorni dalle 3 in avanti” (da adesso f.i.s.t.f.a.g.) che si avvicina e, appena liberato la macchina, prende il mio posto ed inizia l’allenamento… ma solo dopo aver aggiunto una decina di chili a quelli che stavo sollevando io.

Ieri poi l’ennesima sfida.
Mi seguiva passo passo, faceva tutto quello facevo io, ma sempre sorridendo e con un’aria di chi, anziché sollevare pesi, si sta smaltando le unghie.
La maledetta troia ci gode ad umiliarmi, ed all’angolo bilanceri ha sfoderato il suo attacco finale.
Stavo facendo questo esercizio: seduto, schiena dritta, braccia lungo i fianchi, sollevavo due manubri tenendo il gomito leggermente flesso, e simulando il movimento di chi ha in mano due bottiglie di acqua che vuole versare (se non avete capito vi mando un video).
Avevo appena iniziato e subito la f.i.s.t.f.a.g. si piazza di fianco a me e, con due manubri più grossi dei miei, inizia a fare lo stesso esercizio.
Finite le tre serie, mentre io controllavo di avere ancora le spalle attaccate, la f.i.s.t.f.a.g. ha iniziato a fare un’altra serie di esercizi, sempre con gli stessi manubri, in cui sollevava i pesi di fronte.
Maledetta puttana.
Mi sono rialzato cigolante come il Daitarn3 a fine puntata ma, anziché sfoderare l’attacco solare, sono andato a fare un idromassaggio, mentre lei, tutta sorridente, iniziava a fare qualcos’altro.
Ho preferito ritirarmi, l’unica cosa dove avrei avuto possibilità di vittoria, era una sfida a chi piscia più lontano.

Questo però è solo l’inizio, ho ancora 11 mesi per allenarmi, e se la f.i.s.t.f.a.g. vuole la guerra, allora guerra avrà!

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

26 thoughts on “Era meno faticoso mangiare tortelli! 3° puntata”

  1. secondo me, come molte persone, stai dando troppa fiducia all’allenamento che ti è stato proposto che se è il classico “a isolamento” (es. spalle e braccia al lunedì, gambe e schiena al mercoledì, ecc.) è totalemente inutile nel tuo caso.

    mi dispiace solo che TUTTE le palestre propinino questi allenamenti con il solo scopo di spillare soldi ai clienti, che vorrebbero e potrebbero vedere risultati in tempi minori con allenamenti diversi.

  2. sfidala a tutto, ma non a fare sparire oggetti cilindrici…..lei ha una possibilità in più…
    😉
    buona estate.

  3. Pensa ho trovato il blog di una tipa che parla di una checca invidiosa che sta nella sua palestra, che lei ha ribattezzato il frocio insulso pelato e con la faccia congestionata che ha la pressione sotto le scarpe…

    XDDDDDDDDD

  4. ciao stellina!!
    ho visto adesso il mex che mi hai mandato sul pvt del blog..sto partendo per le vacanze..ci si risente a fine mese se avrai ancora voglia e tempo di aiutarmi!!!
    bacioni

  5. Maaaaaa….non è che nella foto ci sei anche tu?? perchè mi sembra di riconoscerti…sisi sei proprio tu quello nella pancia della tigrona…oddio ti ha mangiato vivo?!!?!?!

  6. Oh mamma, adoro questa competizione con la tua nemesi atletica. Magari è stata creata per migliorare le tue performance, una sorta di avversaria robotica per allenare il nostro eroe 😀

  7. La prossima volta che incrocio FistFag, la guarderò fisso negli occhi e poi gli dirò “ti spiezzo in due”.
    Quella puttanella ha i minuti contati 😀

  8. ma larvottino, cosa ti aspetti dopo un paio di mesi? io ormai ci vado in palestra da un anno e tutte le volte che eso sono a pezzi e il corpo non e che sia migliore a prima 🙂 ok ok qualche muscolo piu definito ce l´ho, ma quando vedo sti tamarri che pur di sollevare 200 chili per essere fighi rischiano un prolasso anale mi viene troppo da ridere 😀

  9. ..gb ragione Davide! Allenamento ‘spicca soldini’. A Te serve un circuit-training. Non Ti spaventare però! È una specie di ‘auto-scontro con macchinine super accessoriate-laser, lame rotanti,.. Così potrai definitivamente disintegrare la Regina Amjwa! E comunque..Sei sempre il numero UNO! ..Anche se non alzi un chilo di più,. Abbraccione..LK

  10. ” A Te serve un circuit-training. ”

    Dite?

    A me sembra che Larvotto sia leggermente..come dire..rachitico?

    Quindi inutile fare tanta fatica in palestra se prima non mette su un p’ di peso.

Comments are closed.