La rivincita di Piglio!

Oggi sono andato in palestra, era da un po’ che bigiavo gli allenamenti e così stasera mi sono imposto di fare il bravo quarantenne sportivo (ehm… vabbé).
Ero appena entrato nello spogliatoio e, mentre mi cambiavo, nella stessa stanza c’erano altri tre ragazzi.
Nell’ordine:

– Manzo ipergonfiato, spalle poderose, pettorali stile “tette di Serena Grandi” faccia intagliata con un’accetta, truzzissimo tatuaggio sull’avambraccio e, orrore degli orrori, due gambine secche che lo facevano sembrare una gallina.
– Secondo manzo, più gradevole all’aspetto, proporzionato nel suo tripudio di muscoli, mento stile cassetto aperto, nessun tatuaggio, abbronzatura al limite del carbonizzato, voce squillante.
– Ed infine un ragazzo tutto gobbo, secco secco, con un naso enorme, la faccia simpatica, braccia lunghe ed un aspetto che ricordava paurosamente Piglio!

Quando sono entrato i due manzi e Piglio avevano appena finito e si stavano preparando alla doccia.
Il manzo proporzionato, mentre si spogliava, continuava a lamentarsi perché, parole sue “beh, di solito ti fa lavorare, ma stasera era un allenamento per le signorine”, non so di quale allenamento parlasse, quando sono entrato la discussione era già in atto.
L’altro manzo con le gambe secche invece annuiva con la testa e buttava un qualche “si, vero”, in mezzo al fiume di parole del manzo proporzionato.
Piglio intanto se ne stava in un angolo e, con molta calma, si spogliava, poi, senza coprirsi con l’asciugamano, è andato verso le docce.
Aveva in mezzo alle gambe un cazzo di dimensioni equine.

Il manzo proporzionato è rimasto a bocca aperta e, passato l’attimo di sbigottimento, si è fermato e non ha tolto le mutande fino a che Piglio non è uscito dalla stanza.
Intanto il manzo con le gambe secche mi ha guardato come per cercare conferme, secondo me non credeva ai suoi occhi.
Da quel momento un religioso silenzio è calato nella stanza, i manzi non si sono più lamentati degli scarsi allenamenti e, stando ben attenti di coprire il loro timido uccellino, sono andati a fare la doccia.

Stasera la mia fatica più grossa l’ho fatta cercando di non scoppiare a ridere in faccia ai due manzi 😀

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

18 thoughts on “La rivincita di Piglio!”

  1. E dunque…? C’è forse un simbolismo occulto che mi sfugge? E dire che da bambino mi addormentavo guardando “Un chien andalou”…Ma guarda un po’!

  2. la rivincita delle botti piccole!!!! 🙂 🙂 🙂

    comunque, ho avuto modo di notare anche io che spesso a un barile di dinamite muscolare, quasi sempre corrisponde una miccia corta, a volte fin troppo corta. che ci sia sotto un meccanismo di compensazione che porta certi personaggi a pomparsi a mille?

  3. Secco, secco, braccia lunghe e naso enorme (larvotto il mio naso è indimenticabile, tra l’altro alcune mie amiche mi chiamano La Streisand).Cmq sembra la mia descrizione adesso poi sono pure quattrocchi pfffpf…

  4. datemi una palestra, ora!

    da me quando andavo ce n’era uno che non solo aveva un fisico perfetto ma poteva altresì vantare una ceppa tanta. stronzo.

  5. Se ho smesso di andare nella mia non è solo perchè i superfisici che ci incontravano avevano anche tanto di …”ceppa”! Ma soprattutto perchè mi è venuta la cervicobrachialgia.
    ….
    Ho come la sensazione che pochi mi credano…!
    FGT
    P.S. E poi ce ne erano davvero troppi che correvano dietro a quelli sopradescritti!! E correvano più forte di me!!!

  6. Evviva il normodotato!
    Piccino (per la media utopica gaya che corrisponde a quella di un film della Falcon) ce l’ho, e piccino me lo tengo. Senza “purtroppo”!

Comments are closed.