Have thoughts to share?

Write your response

8 thoughts on “Questo si che è un post!”

  1. Eheh, l’unica disinformata probabilmente è la befana stessa, che non mi stupirei di sapere analfabeta.
    A mio modesto parere, comunque, il commento migliore sulla sua porcata ce l’ha offerto il seguente slogan di piazza: “Quando la cultura ti sorprende, sorprendila con Entero-Gelmini”. XD

  2. La cosa assurda è che Berlusconi non ha manco lontanamente intenzione di bloccare questa riforma, dicendo che è tutta colpa della sinistra, che Veltroni ha perso ed ora deve starsene a riposo 5 anni, ecc.. E’ assurdo, fa finta di non vedere che un paese intero è in rivolta. Sai quale sarebbe l’unica soluzione? Un bell’infarto, e via!, ce lo togliamo dai cojoni! Lo so, è brutto augurarsi il male altrui ma Berlusconi suscita in me i più bassi istinti e pensieri.

  3. Sapessi cosa suscita in me!
    Ma che mi frega, la scuola l’ho finita, sono frocio e non ho figli che dovranno andare a scuola, lo PsicoNano o Veltronix fa listess! Basta che non mi tolgano la pensione …
    Tipico commento delle persone che frequento.
    Devo cambiare cumpa?
    Cercare tizi e cai più … con elettroni (più di due) funzionanti?
    FGT

  4. Ma guarda, al quarto anno abbiamo degli studenti (ebbene si, collaboro con un ateneo) che mi han fatto spallucce dicendo che “loro hanno solo più due anni e poi sono laureati” cosa importa per quelli che vengono dopo, cosa importa se noi esterni veniamo lasciati a casa (per contratto dovrei fare 24 ore l’anno, di fatto ne faccio circa 320…) ecco siamo nelle mani di questa generazione ç_ç

  5. Già! ormai ho smesso da tempo di irritarmi ogni volta che apre bocca Berlusconi. Sono semplicemente i deliri di uno che non è più in grado né di intendere né di volere, ma che per forza d’inerzia continua a fare quello che ha sempre fatto nella sua vita. a buon intenditor..
    In ogni modo, il commento più illuminante, onesto e sincero, su questa faccenda l’ha sintetizzato genialmente il mitico Gianpaolo Pansa (uno degli autori del libro La Casta):

    “MACCHÉ ’68, SONO STUDENTI COJONI: SCIOPERANO PER MANTENERE I PRIVILEGI DI DOCENTI CHE SE NE FREGANO DI LORO. LA POLITICA ADESSO LI USA, MA PRIMA O POI LI MOLLERÀ AI LORO INUTILI STUDI.”

    http://oldcomptonstreet.blogspot.com

Comments are closed.