Blogsfera addio!

Il blog del larvotto, insieme a tutti gli altri blog, chiuderà molto presto.

Ovviamente la decisione non è mia.

Il fatto è che al governo, tutta questa libertà di parola dà fastidio.
Hanno quindi ritirato fuori la legge Levi e, quatti quatti, l’hanno riproposta il 6 novembre.

Con le modifiche apportate, se dovesse passare sarebbero davvero tempi duri per noi poveri blogger.

Maggiori informazioni le trovate in questo articolo.

Occhio ragazzi, tira davvero aria di dittatura.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

18 thoughts on “Blogsfera addio!”

  1. Non credo che arriveranno a tanto. I blogger sono troppi e muovono le opinioni, così come facciamo noi lo fanno anche quelli pro-berlusconi, o Lega. (Sei appena finito su Repubblica.it!)
    Anche Obama ha usato Internet!
    Non lo faranno perchè non gli conviene. (Spero!)
    Allora con lo stesso ragionamento chiuderanno Internet stesso!
    Se mi dite che cercano soldi, sono d’accordo, ma neanche lì riusciranno. Troppo globale come rete ormai.
    Larvotto, sei il nostro campione!
    Ti renderò omaggio personalmente alla tua Festa! 🙂
    FGT
    P.S. 40 sono tanti? Bhe, in effetti lo sono. Tu quante volte li hai già festeggiati? 😉

  2. nemmeno io penso che avrà reali conseguenze pratiche: la prima volta che tenteranno di applicarla per chiudere un blog, succederà un casino tale che metà basta: perché la rete ormai è mondiale e il fatto non resterebbe confinato nelle quattro mura di casa nostra e diverrebbe immediatamente noto in tutto il mondo nel giro di pochi secondi.

  3. Ancora con ‘sta storia? Le provano tutte per chiuderci la bocca! Sono d’accordo con gattopesce: credo anch’io sia difficile che riescano a realizzare una cosa del genere. Certo che se ce la fanno… bella pulita al culo con la carta dei diritti!!

  4. Ovviamente tu non puoi chiudere! Quando non esisteranno i blog sarai obbligato ad inventarti qualcosa, tipo la posta del cuore di Visto o il meteorino da Fede. Vero Larvottino che non ci lasci?

  5. per me e solo un modo per impaurire la gente. se chiudono una porta se ne apre una da un altra parte. ci riuscira solo col divieto di internet 😀

  6. Temo un’applicazione “all’italiana”: la legge viene approvata e resta non applicata nella maggior parte dei casi. Viene applicata solo per zittire chi comincerà a risultare scomodo con i propri contenuti.

    Renderà più semplice procedere contro chi calpesta i piedi sbagliati.
    Purtroppo non ricordo gli estremi del caso, ma un blogger siciliano (o era calabrese?) è già stato bersaglio un mesetto fa (?) di un’azione legale di questo tipo, e senza bisogno di una legge porcata come questa.

Comments are closed.