Ancora dicembre (Natale? No, grazie)

Io odio questo mese, lo odio da quando lavoro in un supermercato, lo odio da quando l’atmosfera natalizia me la devo ingoiare come uno sciroppo per la tosse, lo odio ogni volta che sento una qualche canzoncina campanellosa, lo odio perché devo lavorare il doppio, lo odio perché devo sorridere a tutti quelli che mi dicono “buone feste” e te lo dicono la domenica mattina, quando tu potresti stare a letto ed invece devi andare a lavorare per quegli sfigati che non hanno niente di meglio da fare e vengono a romperti i coglioni per due cazzate che potrebbero comprare il sabato.
Io a dicembre vorrei distruggere il mondo ed ogni poro della mia pelle è un piccolo buco di culo che scoreggia odio.
Io a dicembre vorrei scappare, andarmene in un qualche posto dove sto cazzo di santo natale dei miei coglioni non viene festeggiato, un posto dove il panettone non lo mangia nessuno, e possibilmente un posto dove non fa freddo.
Esiste?

Siamo appena all’inizio del mese ed io sono già fisicamente e psicologicamente a terra.

(altri orrendi natali qui)

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

26 thoughts on “Ancora dicembre (Natale? No, grazie)”

  1. Io sono uno di quei coglioni che arriva la domenica mattina a far la spesa perchè non ha un cazzo da fare…

    Sai che faccio? Vengo lì da te, ti faccio tagliare prosciuttobresaolasalamemortadella, 20 grammi per ognuno, poi ne avrò voglia di n’altre due fette, poi no, che ne togli una che è troppo, sì, vabbè dai lasciala… me lo fa assaggiare quel formagggio lì? No, no, l’altro. No quell’altro, ma che è sordo?
    Ah, ok, buono, sì me lo dii, no, guardi ci ho ripensato. Lo so che l’ha tagliato, ma non lo voglio.

    Sì, basta così. Anzi no. Anzi sì.

    Jingle bells…jingle bells….e me andrò via canticchiando …

    Contento?

  2. allora …. BUON NATALEEE!!!
    E sorridi a tutti, che devi invogliare la gente senza una lira a spendere tutto per far alzare i consumi, o il berlusca viene a tirarti i piedi di notte nel letto!
    E poi è un diritto umano riceve un sorriso, e a Natale deve essere buono di più (…già tu lo sei tanto, ehm, coff! coff! cioè, lo sei spesso!) o beppa16 viene a tirarti i piedi di notte nel letto!
    ??? Ma di notte vengono tutti nel tuo letto?!?!
    Un’altro party senza che tu mi abbia invitato! :-((
    FGT

  3. Io sono nata il 27 dicembre… come potrei odiare questo mese??!!
    Per il resto… hai ragione, siamo dei rompicoglioni noi che facciamo la spesa la domenica!
    Senta, ma ce l’avete la pasta senza glutine, il formaggio senza latte, i biscotti alle prugne, il pane croccante fuori e morbido dentro, la torta al cioccolato con almeno l’80% di cacao dell’ecuador??? 😛

  4. Lo sai quante persone ho salvato a Natale? Molte di più di altri giorni. Perché la gente sta male proprio in quei giorni. E io non posso odiare il natale perché mi fa sentire in pace con me stesso (non per il senso religioso). E poi perchè c’è l’ultimo che mi sono sempre ritagliato per me. Bacissimi e BUON NATALE.

  5. ..NO..DICO..!! SONO IN BOUTIQUE; DA SOLO, DALLE 9 FINO ALLE 17!!..DA SOLO..EH..!! I DETTAGLI POI NON SONO TEASCURABILI..: NIENTE PRANZO, NIENTE BAGNO, NIENTE PAUSA!!
    QUINDI POSSO SKIATTARE DI STANCHEZZA, MORIRE DI FAME, E MAGARI FARMELA ADDOSSO..!! MI SCAPPA LA PIPI’..!! ..HELP-ME!! NATALE..: MAVVAFFANK..!! BACINI..LK

  6. mah…anche a me il natale dà un po’ ai nervi.
    quest’anno in maniera particolare. essere licenziato il 3 di dicembre non è il massimo…
    come si dice…non sono arrivato a mangiare il panettone. che poi nemmeno mi piace, preferisco il pandoro…

  7. Se lo trovi, ti prego avvisami.
    Voglio venire anch’io!

    I miei pori non hanno proprio sì fattezze ma per il resto ci siamo.
    E NON lavoro in un supermercato
    (ti prego dimmi in quale che vengo a trovarti… voglio che tu mi dica “BISZ-BISZ” cone nella pubblicità del Conad quano il rubicondo cassiere passa i prodotti sopra il laser)

  8. come ti capisco.
    soltanto il cioccolato mi coccola la sera, mentre i miei piedi friggono e cerco di far passare il tic all’occhio.

  9. io odio questo periodo!
    mi piace solo spacciare i calendari del gattile Enpa di Reggio Emilia (presto ti porterò i tuoi… come sempre sei un generosone)

  10. Il mio spirito natalizio è morto nel 1991.
    Durante quel dicembre, per arrotondare, ho fatto il commesso in un negozio di giocattoli – 6 giorni su 7 le prime due settimane, 7 giorni su 7 la settimana prima di Natale.

    Da quando ho traslocato, ogni inverno casa mia viene dichiarata “Christmas-free area”.
    😉

  11. Io vado a Tokyo, non fa caldo, ma il Natale e` un giorno lavorativo come un altro. Ci sono luci e alberi in giro, ma in verita` solo perche` sono `cute`. Per me e il mio compagno niente pranzi, niente albero, niente scambio di regali, niente auguri. Se vuoi ti portiamo con noi 🙂

  12. Beh.. posti dove il natale non lo festeggiano esistono…

    Ce ne sono parecchi … e non fa nemmeno freddo .. anzi fa caldo tutto l’anno…

    Sono i paesi Islamici.. pero’ pensaci bene … non so quanto ti conviene il cambio laggiu’… non esiste il natale .. ma in compenso hanno la pena di morte o il carcere per gli omosessuali..

    Non ti lamentare del Natale… dai e’ una festa ! 🙂

    Voci di corridoio (incontrollate) mi riferiscono che anche se non ti piace il Natale ti stimola alquanto l’idea di farti inchiappettare a luci basse con una musichetta jingle in sottofondo da un Babbo Natale muscoloso e abbronzato con tanto di Barba e Costume.. eh lo so.. lo so .. 🙂

  13. Ragazzi mi dispiace ma vi devo dare una brutta notizia per chi non è seduto, consiglio di farlo…
    Allora …eehhh…..mm…eeemm…

    BABBO NATALE NON ESISTE !!!!

  14. @rocco: vieni, vieni, ti aspetto a braccia aperte… 🙂

    @FGT: Oh guarda, in quanto a dispensare sorrisi non c’è problema. L’importante è che non scoprano mai che cosa sto pensando 😉

    @La Vyrtuosa: Ti assicuro che ho sentito domande ben peggiori… a fine fastività farò una classifica 😀
    Ah, buon “quasi” compleanno 🙂

    @Jgor: Hai ragione, il lavoro è sacro e di questi tempi essere un indeterminato è un vero lusso… però “che due maroni” posso dirlo lo stesso? 🙂

    @charliegolf: adesso sono curioso, salvato come? 🙁

    @Luke: ti ho già detto in privato come la penso :*

    @senzalimiti: noooooo! 🙁 ma cazzo… almeno dopo l’epifania

    @poto2002: non è un conad, ma se ci tieni ti canto “si può dare di più” 🙂

    @nadiù: ci vorrebbe una fetta di quella meravogliosa torta che sai tu 🙂

    @sandra: sai che i tuoi calendari con i gatti nudi sono un appuntamento imperdibile per me 🙂

    @paciu: io direi scassatura di minchia e frullamento testicolare 🙂

    @liquido: a fatica, ma passerà 🙂

    @G: Ups, il negozio di giocattoli a natale è quanto di più simile all’inferno ci sia sulla terra…

    @zazie: Si, mi aggrego volentieri! Ma anche la Nuova Zelanda va benissimo! Dove ci troviamo? 😛

    @Isaak Collijns: Ho come la sensazione di aver già letto un commento simile 🙂

    @Amish: Certo che sei stronzo eh? E allora chi era quel signore barbuto che mi sono trovato in casa l’altra sera? 🙂

  15. “ogni poro della mia pelle è un piccolo buco di culo che scoreggia odio”

    adoro questa frase e credo che la riciclerò (dai, se non altro lo sclero di questi giorni stimola la favolosità che è in te;) )

  16. “sfigati” e rompincoglioni dovresti dirlo ai tuoi datori di lavoro, e non ai clienti. Che poi ci siano tanti clienti rompicoglioni e sfigati, ha perfettamente ragione, ma non puoi certo prendertela con tutti, ti pare? Forza e corraggio!

  17. @disorder: dici che c’è bisogno di soffrire? 🙂

    @fr@nco: beh, è una conseguenza. i “datori di lavoro” vedono che alla domenica tante persone vengono a fare la spesa, e allora tengono aperto… se le domeniche fossero in perdita nel giro di poco verrebbero abolite.
    Io considero “sfigato” chi va a fare la spesa alla domenica perché, a mio parere, ci sono un mare di cose da fare molto più interessanti che chiudersi tra scaffali e banchi frigo 🙂

    @ranokkio: gretino, lo farei volentieri… poi penso al mio mutuo, chino la testa, tiro 6 madonne e poi vado 😀

  18. I supermercati dovvrebbero essere aperti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 tutte le settimane dell’anno punto. Perché se a me viene voglia di bresaola alle 3 del mattino di domenica 15 agosto, perché non dovrei avere un posto dove comprarla, scusa? (questo commento lo farò leggere anche al mio amico responsabile del reparto frutta e verdura di un supermercato 🙂 so che apprezzerà)

  19. come ha detto la Berté, mi affitto un botto di film in videoteca e non esco più di casa. Non voglio vedere un cazzo di babbo natale per i prossimi 40 giorni.

  20. Ma non è un pò strano questo vecchio barbutoche approfitta per far sedere tutti quei bambini sul “pacco”?

Comments are closed.