YouTube diventa un gioco!

La spiegazione è molto semplice: due foto, apparentemente identiche, che si differenziano per un piccolo particolare.
Cliccando il particolare si passa al livello successivo.
In totale sono 30.
Buon divertimento 🙂

Bestemmiescion day! (auguro morte e distruzione)

Ieri è stata una frizzante serata all’insegna delle bestemmie.
Rientrando a casa dopo una giornata di lavoro, ho trovato come sorpresa di benvenuto la finestra del balcone aperta e la casa sottosopra, chiaro segnale della visita di un qualche topo d’appartamento.
La mia espressione nei primi dieci minuti è stata questa e, se escludiamo la cravatta, la somiglianza è davvero impressionante.

Dopo le quattordicimilasettecentoventidue bestemmie del caso, ho iniziato a fare un inventario di quello che hanno fatto.

Sono saliti arrampicandosi dalla grondaia, hanno forzato la porta esterna, hanno spaccato il vetro e sono entrati.
Tra gli oggetti in bella mostra hanno completamente ignorato Il mio computer (unica cosa a cui tengo in questa casa), la televisione, il mio Panerai, cellulare, macchina digitale, iPod,  monete storiche, stereo, videocamera, portachiavi di Tiffany, anello vibrante della durex ed un paio di manette pelose.

furto_01
Hanno invece vuotato il mio armadio buttando tutti i vestiti a terra e, nonostante il mio cattivo gusto in fatto di abbigliamento sia paragonabile a quello di Cher, si sono portati via una giacca della Geox con una tasca rammendata, una maglietta di Zara presa in saldo e mai sfoggiata, un paio di camice talmente brutte che non le hanno volute nemmeno alla caritas ed un paio di maglioni in pura plastica comprati all’ipercoop.

i casi sono due:
il topo d’appartamento è qualcuno disgustato dai miei vestiti e questo è un modo estremo per impedirmi di indossare certi obbrobri.
i ladri che sono entrati sono degli imbecilli.

Qualunque sia la risposta, auguro agli autori del furto di cagare duro come acqua per almeno un mese, una prostatite acuta (solo un uomo che l’ha provata può capire) ed una labirintite fulminante mentre sono attaccati ad una grondaia al quinto piano di un qualche palazzo.

furto_02

Facciamo un po’ di chiarezza

In un mio precedente post ho parlato del mio fidanzato che diventava papĂ .
Questa notizia ha scatenato un poco di confusione, soprattutto tra quelli che conoscono il mio “vero” fidanzato.
Credo quindi che sia giusto fare un poco di chiarezza.
Allora, ecco tutti i personaggi:
Lui è il papà (il mio fidanzato immaginario)

Lei è la mamma:

monica-mamma

E questi sono alcuni zii:

zii

zio-antonio

Ed infine Maya:

maya

Credo che questa bambina avrà molto da raccontare ai suoi amichetti 🙂

Inizia oggi l’anno del bufalo!

Salutiamo tutti con la manina l’anno del topo, inizia oggi l’anno del bufalo!
Ma è stato davvero così terribile questo topo?
Beh, se penso a tutto quello che è successo negli ultimi dodici mesi dico di sì.
Però, perchè c’è sempre un però, sto cazzo di topo qualcosa di buono lo ha portato.

– Prima di tutto il canale YouTube del vaticano (che mi rifiuto di linkare), un canale pieno di video molto piĂą orrendi di quello con le cinesi che si cagano in testa. La buona notizia è che non vedo l’ora di segnalarglieli come inappropriati 🙂

– E’ stata installata una webcam nella grotta di Lourdes. Le apparizioni della Madonna saranno visibili da lunedì al venerdi dalle 9.00 alle 18.00 solo per gli utenti premium.

Dai scherzavo 🙂
Adesso la roba seria.

Antonio Incorvaia ha aperto un blog!
incorvaia
Per tutti quelli che hanno amato Bottomfioc (ed anche per quelli che non lo hanno amato) l’appuntamento è a questo indirizzo!
E qui, tanto per cominciare, un post su quel buffone di Povia molto interessante 🙂

– L’ultima bella notizia è molto personale, ma ci tengo a dividerla con voi.
Il 24 gennaio alle ore 00.08 mio fidanzato è diventato papà!
Benvenuta Maya!

maya

Le SS erano un gruppo di simpaticoni

benedetto

Il vostro papa ha riabilitato oggi ufficialmente Richard Williamson, un vescovo tradizionalista che nega la realtĂ  storica dell’Olocausto.

Del signor Richard Williamson voglio segnalare una frase molto significativa: “solo 300mila ebrei al massimo morirono nei campi di concentramento nazisti, e non 6 milioni“.
Solo 300mila?
SOLO?
Ma al vescovo Richard Williamson 300mila ebrei gli sembrano pochi?

In ogni caso questa baggianata è inaccettabile ed il voler cancellare malamente quello che è successo è quanto di più spregevole si possa fare.

Qui la notizia completa (reuters)