(G)orgoglio gay

aura

Prima di tutto una domanda: quando è che, per la prima volta, avete capito di essere gay?
O meglio, ripensando alla vostra infanzia, c’è stato un momento in cui, con il senno di poi, avete capito di aver provato attrazione per qualcuno del vostro stesso sesso?

Chiacchierando con alcuni amici raccontavo un episodio che mi è successo molti anni fa.
Ero in vacanza al mare con mia nonna e, mentre lei era in camera a riposare, io giocavo nel corridoio dell’albergo.
Mentre me ne stavo per i cazzi miei, ho visto arrivare un giovane militare che era venuto a trovare la sua ragazza.
Non ricordo il suo viso, ma ricordo benissimo che lo guardavo in un modo diverso da come guardavo altre persone.
Il mio comportamento era esattamente lo stesso che ho anche adesso quando incontro qualcuno che mi piace: divento incredibilmente timido.

Ricordo che il ragazzo e la sua fidanzata si stavano baciando, a quel punto io, da bravo rompicoglioni, mi sono avvicinato ed ho iniziato a fissarli.
I ragazzi mi hanno sorriso, poi il militare mi ha preso in braccio e mi ha fatto un qualche complimento.
Mi sentivo bene tra le sue braccia.
Dopo la classicissima grattata di testa, mi ha regalato una castagna e se n’è andato… chissà da dove veniva?

Io sono rimasto da solo a giocare in corridoio con quella castagna e, mentre la facevo rimbalzare contro alla porta dell’ascensore è uscita una signora dalla sua stanza e mi ha tirato una sberla intimandomi di smetterla di fare rumore.

Della vecchia manesca si è occupata più tardi mia nonna, mentre a me è rimasto il ricordo del bel militare.

Ho chiesto a mia mamma se ricordava quando e dove era successo il tutto; non ricorda il nome dell’albergo (ovviamente lei ricorda solo la storia dello schiaffo) mentre il luogo era, probabilmente, Lido di Camaiore, ed io avevo quattro anni.

No dico, quattro anni e già ero una promettente mignotta che adescava militari.

ps
Io da piccolo impazzivo per questa canzone che, a memoria, è stata tra le prime a farmi muovere sfrenatamente il culo… un’altro chiaro segnale? 🙂

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

31 thoughts on “(G)orgoglio gay”

  1. non ho ricordi così netti.
    da bambino ero semplicemente bambino, praticamente senza definizione sessuale, puro si come un angelo.
    ma da quando le prime pulsioni sessuali sono arrivate (4? 5? elementare?) sono sempre state orientate come ora.

    non penso conti nella fattispecie che a 3 anni ho preteso per carnevale di vestirmi da cappuccetto rosso, con le lunghe treccie bionde (extension!), rifiutando un orrendo vestito da clown.

  2. E qui scatta ovviamente il commento ‘politically incorrect’ ..

    Ma porca vacc.. ma dico io .. come si fa ad essere cosi frocioloni … gia’ a quattro anni !?!?

    Sei proprio un larvotto irrecuperabile. Lascia perdere le canzoni di povia.. butta nel cestino l’intera raccolta di cd, non credo serviranno ad eterizzarti.

    Ed a questo punto scatta anche la domanda indiscreta.. ma se eri gia’ cosi frociolone a quattro anni ( ancora non ci posso credere ) .. a che eta’ sei passato alle vie di fatto, per intenderci, la prima inchiappettata ?

    Seconda domanda indiscreta.. ma e’ vero quel noto adagio gayo che dice ‘la prima inchiappetata non si scorda mai’ ?

    PS. Se vuoi puoi anche rispondermi in privato via mail (anche se non credo ci sia nulla da nascondere o vergognarsi).

    PPS. Probabilmente ti starai anche chiedendo ma, sociologicamente parlando, per quale cavolo di ragione un etero ha interesse a leggere e commentare il blog ? E’ una domanda legittima !

  3. Uh! ne avrei di ricordi da raccontare!!! Fin dai 3 o 4 anni mi spogliavo e correvo per casa,ma questo credo abbia più a che fare col naturismo che con l’omosessualità. Gli zii carini li baciavo in bocca anziché sulle guance (e mia madre dovette spiegarmi che forse loro non apprezzavano). Quando in Tv c’era qualche film spinto aspettavo sempre che toccasse ai maschietti di mostrare qualcosa, e se capitava mi fissavo quelle immagini nella mente per continuare ad apprezzarle “dentro di me”. Coi compagni di scuola volevo sempre giocare al dottore, o a “marito e moglie”, o all’ipnotizzatore che diceva “spogliati! spogliati!”.
    Per quanto mi riguarda direi che sono stato gay fin da neonato, ma da lì all’ammissione, nonostante mi abbiano sempre chiamato Amanda per tutto il ciclo dell’istruzione obbligatoria… insomma la prima esperienza non è arrivata fino ai 21 anni 🙁
    Ma sarei stato volentieri una gran mignotta anche prima! E per rispondere a Isaak: come dimenticare una sonora scopata dopo che l’hai aspettata per 21 lunghissimi anni???? :*

  4. L’ipnotizzatore che diceva “spogliati! spogliati!”? ❗ ❗ ❗ 😯 :mrgreen: Comunque, il sottoscritto ha avuto le prime avvisaglie certe dagli otto anni in su, con una catena di cotte istantanee che all’epoca mi facevano soffrire parecchio, visto che non avevo ancora il coraggio di figurarmi nella mente The G Word. Per tutte le elementari, il mio gioco preferito era andare ad insultare in ogni modo un mio compagno, per poi farmi rincorrere dallo stesso. Ricordo ancora con un certo imbarazzo un giorno che, tornando a casa dal liceo, rividi questo tizio in bus. Una sfranta fatta e finita. Merito mio? 🙄

  5. il buongiorno si vede dal mattino :mrgreen:

    comunque sì per quanto mi ricordi io, le attrazioni e le reazioni di timidezza improvvisa verso qualcuno, rigorosamente maschio, che scatenava reazioni strane dentro di me, le ho sempre avute, il mio ricordo più lontano in questo senso risale ai miei tre-quattro anni di età.

    “la prima inchiappettata non si scorda mai” un detto gay?!?!?! incredibile come gli etero si bevano alla grande di tutto di più per quel che riguarda il mondo gayo – guardate che NON funziona come tra gli etero, solo cambiando un sesso con un altro – noi siamo mooooolto più avanti 😈 😈

  6. Io ho ricordi nitidi dei miei 3 anni: mio padre dormiva nei pomeriggi d’estate, e io salivo sul letto, gli alzavo la canottiera e gli stendevo un fazzoletto sulla pancia pelosa… una premonizione????

  7. probabilmente ho realizzato la cosa quando la pagina dell’enciclopia medica con la parola “pene” si è staccata da sola per tutte le volte che la sfogliavo.

  8. Accidenti! Ma … e io?
    Che ho sempre avuto la ragazzina alle scuole, o la compagna in università?
    Boia, erano gli altri che mi facevano capire che ero interessante, ma sino ai 23 anni non ho mai pensato a me come omosessuale.
    Poi ho deciso che volevo saperne di più, ed allora … sono andato per la prima volta in una discoteca gay a 28 anni, di martedì.
    Esatto, era l’HD nei suoi anni d’oro!
    E’ stato come se avessi capito che nella vita da adulti ci si poteva cmq divertire!
    Ma il sesso l’ho fatto solo 1 anno dopo!
    Troppa fifa? Bha.
    FGT

  9. Quando in prima elementare stavo minuti a guardare la pagina dell’abbecedario alla parola “Muscolo” (c’era la foto di un bel braccio palestrato che gonfiava il bicipite) senza capire perchè mi piacesse così tanto.

  10. Mi piaceva un mio compagno di asilo, poi un compagno alle elementari, poi un altro, sempre alle elementari, poi un altro ancora, ma avevo un sacco di amichette a cui piacevo e con cui mi piaceva giocare, e quindi pensavo fosse amicizia coi maschietti e amorucci con le femminucce con cui spesso facevo il fidanzatino.

    In prima media la prima polluzione mi colse una notte di sorpresa: un compagno della corsa campestre fu l’oggetto e soggetto del brusco risveglio. Allora ho cominciato a capire e a scambiare gli addendi: era amicizia con le femminucce e amorucci con i maschietti…. 😆

  11. la prima volta che ho fatto un sogno vagamente erotico in cui c’era un maschio mi sono poi svegliato turbato ed emozionato ripetendomi: “EVVAI! FINALMENTE SI CAMBIA!!”. :mrgreen:
    poco tempo dopo avevo comprato una copia di “Babilonia” e cercavo di capire come si fa a rimorchiare un uomo. che ingenuità!
    avevo – mi pare – 24 anni e fino ad allora ero stato una lesbica intrappolata nel corpo di un ragazzetto poco virile.
    ovviamente ho recuperato il tempo perduto e penso di potermi meritare l’appellativo di mignotta (quando avevo bisogno mi sono anche fatto pagare e senza imbarazzi).

  12. Azzarola che sondaggio ..

    Mi pare evidente dalle molte risposte che i gay in realta’ sono precocissimi… e’ un dato di fatto !

    Etnograficamente questo conferma le ipotesi di quanti dicono che si tratta di una condizione genetica predisposta gia’ dalla nascita o meglio dal concepimento … e non c’e’ una componente esogena culturale o ambientale.

  13. Io mi ricordo che a 7 – 8 anni giocavo alla maestrina (io) che si faceva toccare dall’allievo (un mio amichetto).

    Devo aggiungere altro? :mrgreen:

  14. In seconda elementare ho mostrato il pistolino a due compagne. C’era pure un compagno carino e io l’ho fatto solo perchè poi lui avrebbe dovuto mostrare il suo, cosa che invece si rifiutò di fare…E’ stato il primo compagno del quale mi sono invaghito…ne sono seguiti molti altri….

  15. @ senzalimiti

    uah ah h ah hahh ah 😀 😆

    non ci posso credere hai mostrato il pistolino alle due compagne in 2′ elementare .. con lo scopo di sbirciare quello di un altro .. INCREDIBBOLE !!!

    E’ proprio vero che i gay ne sanno una piu del..:twisted:

  16. Cavolo mi metti in crisi. Secondo me fino ai 9-10 anni si è più o meno pansessuali e non ci si fanno domande. Incurisiscono sia la patatina che il pisellino, è più una questione di forma che di contenuti. Per lo meno così è successo a me. Poi arrivano gli anni delle seghe e allora lì magari le cose sono un po’ diverse se ti immagini di stare con il compagno di banco introverso o con la fascinosa della scuola. Pur essendomi immaginato il compagno di banco (che tra parentesi rivelava sistematicamente, nei miei sogni, notevoli arti amatorie), non mi sono mai detto: oddio, allora sono gay. A pensarci non me lo dico neanche ora, non mi proietto in quel modo. Mi definisco secondo vari parametri, a seconda della professione, dell’età, del carattere… sì, magari anche a seconda di quelo che faccio sotto (o sopra) le coperte, ma non sta ai primi posti. Forse anche per questo non ho mai partecipato a un pride e tutte le ricorrenti polemiche (Binetti, Povia e compagnia briscola) mi lasciano abbastanza indifferente.
    Insomma, dopo ‘sta pippa, non mi resta che farti un bonifico per avermi -involontariamente- psicanalizzato.

  17. Approvo in pieno come al solito la proposta di falcon82 per quanto riguarda il video-larvotto !!

    .. e ne approfitto anche per sottolineare che (caro il nostro larvottino) .. in materia di video non stai facendo un beneamato ca– da un bel po’ .. quindi sarebbe anche il caso di preparare un bel video divertente 😀 come sai fare tu .. per soddisfare ‘innumerevoli’ le richieste dei lettori del blog.

    At saludi 😀

  18. Avevo anche io 4 anni ed ebbi la prima erezione ante-litteram, nel senso che non sapevo ancora chiamarla, abbarbicato al corpo dodicenne di mio cugino, in crociera in barca, e dunque tutti e due in costume. Una rivelazione!

Comments are closed.