Aiutiamo tutti FrAnK?

frank

Sono quelle cose che strappano il cuore.
Il povero FrAnK è iscritto da due giorni e non ha nessun fan, non ha nessuna stellina ed inoltre, poveretto, il correttore automatico nell’editor gli ha pure fatto notare che ci sono 46 errori di ortografia in meno di 10 parole.
Che crudeltà.
🙂

Da noi la scortesia è di casa

Mi sono iscritto al sito 2spaghi, solo per poter sconsigliare un locale di Reggio Emilia.
Purtroppo però i commenti possono essere dati solo al cibo e non ai gestori.
Quindi, giusto per togliermi il sassolino dalla scarpa, il giudizio sui gestori lo darò qui: cambiate lavoro!

Alla richiesta “si può ancora mangiare qualcosa?”, uno dei gestori, il più giovane, ha risposto con un secco “no!”, subito seguito dal più anziano con ”sì, però non vi diamo tutto il menù”.
Sembravano scocciati dal fatto di avere dei clienti.
Ci tengo a sottolineare che erano le dieci di sabato sera e non le quattro del mattino, che Reggio era piena di gente e che, purtroppo, avevamo molta fame.

Il secondo momento di fastidio è stato quando, dopo averci fatto sedere al tavolo, ci hanno ignorati per un buon quarto d’ora, hanno servito una coppia di ragazze arrivate dopo di noi e poi ci hanno portato, finalmente, due menù.

Il terzo momento di fastidio è stato quando ci siamo accorti che i due menù avevano prezzi differenti, in uno tutto costava esattamente 2 euro in più che nell’altro.

Il quarto momento di fastidio è stato quando una signora, forse la cuoca, è venuta con fare scocciato a chiederci cosa volevamo mangiare. Dalla faccia che aveva molto probabilmente ci avrà sputato nel piatto… forse è quello che ha dato un minimo di sapore al tutto.

Il quinto momento di fastidio è stato quando ci hanno portato i piatti a tavola e non avevamo le posate e nemmeno il vino.

Il sesto momento di fastidio è stato quando abbiamo assaggiato la minestra d’orzo e la pasta al forno.

L’ultimo è stato il conto che, per due piatti del cazzo, serviti male è stato davvero esorbitante.

Assolutamente da evitare.

Qui il mio commento sul sito.

Big Fat Gay Collab (Lo facciamo anche noi?)

playback

Grazie a questo commento di Sam ho scoperto una serie di video molto simpatici.

Tutto è nato dal video collage realizzato da steviebeebishop dove un gruppo di utenti YouTube canta in playback la canzone “Fuck You” di Lily Allen.
Questo video ha ispirato la versione francese (quella che mi ha segnalato Sam) pubblicata il 17 maggio, in occasione della giornata mondiale contro l’omofobia.

Ora, avete già capito dove voglio arrivare?
Ma certo che lo avete capito: “lo facciamo anche noi un video così?” 🙂

Blogger, lettori silenziosi e non, coinvolgete parenti ed amici, piazzatevi davanti alla webcam, abbandonate la timidezza e lanciatevi in una interpretazione fa-vo-lo-sa come solo voi sapete fare!
Poi caricate il video da una qualche parte, mandatemelo, ed io provvederò al montaggio (o almeno ci proverò*).

Ovviamente non ci si guadagnerà un cazzo, però vuoi mettere il divertimento?

Qui la versione francese.

(Grazie ancora a Sam per la segnalazione)

*Si accettano aiuti ovviamente

Il temporale del 27 maggio

No dico, in pochi minuti siamo passati da un solleone cocente, ad un buio novembrino, con pioggia, fulmini, saette, tuononi, lamponi, ed un vento che, sullo stile del mago di Oz, stava per portarmi via insieme alla casa, trasformandomi così in una sorta di Dorothy pelosa…
Ad un certo punto mi è anche sembrato di veder passare la strega del nord 😀

Pussycat Dolls – Hush Hush

Sembra a me, oppure gli ultimi video in circolazione sono un tripudio di pubblicità?
Stavo guardando il nuovo video delle Pussycat Dolls “Hush Hush” e non ho potuto fare a meno di notare le pubblicità di Nokia, della HP e poi quella spudoratissima alla Campari; quest’ultima presente anche nel video Love Game di Lady Gaga, come drink preferito da un’improbabile banda di cattivoni vestiti di pelle.
Bof!

Questione propaganda a parte devo dire che a me il pezzo delle Pussycat Dolls non dispiace.
Inizia come una ballata e poi si trasforma in disco beat sullo stile dell’inarrivabile No More Tears (ovviamente a No More Tears gli bacia il culo), contiene pezzi di I Will Survive ed è una frociata al punto giusto.
Come non amarla?

Unico dubbio: ma che cazzo c’entra con il tutto Perez Hilton?

Le magie di Facebook!

Bwhahhahha! (risata satanica)
Adesso che ho scoperto i segreti di facebook, nulla mi potrà più fermare e presto il mondo sarà mio!
Bwhahhahhahhaha! (un’altra risata satanica, questa volta molto più di gola, con anche un leggero raschio catarroso che fa tanto orrore)

Ehm… vabbè, forse la cosa che ho scoperto potemmo tranquillamente definirla “una inutile cagata”, però ammetto di averla trovata molto divertente.
Addirittura sono riuscito a rimanere connesso a facebook per più di 5 minuti.
Un vero record!

A questo punto immagino di dovervi svelare cosa ho scoperto…

Bene, seguite attentamente le mie istruzioni.
Aprite una qualsiasi pagina di facebook
Cliccate con il mouse in un punto qualsiasi della pagina che avete aperto
Adesso utilizzate la tastiera e premete frecce e lettere in questo preciso ordine: Su, Su, Giù, Giù, Sinistra, Destra, Sinistra, Destra, B, A, INVIO

Fatto?

Bravi, adesso ricliccate con il mouse nella stessa pagina!

Magiiiaaaaaaa!!!!

😀