Le terme di Monticello Brianza

Oggi, per cercare di aumentare la leggerezza spirituale che le ferie riescono a trasmettere, abbiamo deciso di regalarci “un’oasi alle porte di Milano dove trascorrere un’ora o una giornata e riscoprire il significato del tempo, riequilibrare il fisico e liberare la mente“, frase copiata pari pari dal loro sito.
Se la presentazione era invitante, l’ingresso allo stabilimento è stato un disastro.
La perfetta organizzazione delle terme di Monticello, ha deciso di mettere alla cassa una ragazza che, per semplicità e per regalare al personaggio un poco di simpatia, ho deciso di battezzare “Laridatruia“, una cassiera modello basic, pagata apposta per far girare le balle ai clienti prima di entrare nella spa.
Questa tecnica si chiama “sfrumbolamento coglionare” e serve, grazie al vorticoso roteare, ad ammorbidire lo scroto e prepararlo ai vari massaggi d’acqua presenti all’interno.
Ci tengo però a sottolineare una cosa, ovvero che Laridatruia aveva ragione e che io avevo effettivamente letto male; però il suo modo di farmelo notare così poco simpatico, le sue risposte stizzite, quel suo “lei non ha letto bene e se vuole glielo faccio vedere“, hanno irrimediabilmente rovinato le tre ore successive.

Quindi, nel caso qualcuno di voi decidesse di passare qualche ora in un’oasi alle porte di Milano e bla bla bla, tenga bene a mente questi importanti consigli:
– Le ciabatte portatele da casa
– l’accappatoio portatelo da casa
– non rivolgete la parola a Laridatruia

Eh si, perché a differenza di tutti gli altri stabilimenti termali (seri) nei quali sono stato, le ciabattine e l’accappatoio NON erano inclusi. E nel loro biglietto d’ingresso, tutt’altro che economico, sinceramente mi aspettavo che ci fossero.
Laridatruia inoltre mi ha fatto notare che con i miei 30 euri avrei potuto usufruire dell’oasi alle porte di Milano e bla bla bla per sole tre ore, comprensive dei cambi d’abito e docce.
Il mio relax quindi è stato sempre con un occhio all’orologio perché nell’oasi alle porte di Milano i minuti extra si pagano tutti.

Insomma, tra un temporale monsonico, una sauna fredda ed un bagno turco tiepido, l’unico momento davvero di relax è stato quando una delle ragazze all’ingresso della zona vapore, mentre faceva la pagliaccia con un collega, nello scavalcare il bancone si è beccata una pala del ventilatore a soffitto sulla fronte.
In quel momento ho goduto.
La guardavo tenersi la testa dolorante e la immaginavo grondante di sangue, barcollare fino alla piscina e poi caderci dentro.
A quel punto le grida delle signore nella vasca avrebbero attirato l’attenzione di Laridatruia che, con in mano le sue cazzo di ciabatte a 5 euro, sarebbe corsa a bordo vasca per ricordare alla collega che non si entra nella piscina senza fare la doccia e, nella foga della corsa, sarebbe scivolata sulle scale, andando a sbattere violentemente sulla ringhiera per poi finire impalata sulla cascata a fungo presente a centro vasca.
Che grande momento sarebbe stato, e mentre mi immaginavo tutto questo,  galleggiavo sorridente massaggiato dalle bollicine.

Un’ultima cosa: La stanza energizzante è una cagata pazzesca.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

15 thoughts on “Le terme di Monticello Brianza”

  1. io abito nel paese vicino e non ci sono mai andata comunque più o meno il commento di tutti è simile al tuo.
    domenica per rilassarci siamo andati al parco termale del garda a lazzise…be questo merita veramente, resta aperto fino a mezzanotte e fare il bagno al buoi nell’acqua calda e guardare il cielo stellato immersi in un parco naturale è veramente una figata! ciao sonia

  2. spettacolo.. mi spiace x la tua avventura ma il mio approccio e’ stato diverso e piu’ fortunato..
    il posto e’ bello e un poco fighetto pero’ lo trovo dispersivo..
    son andato con 2 colleghi ed e’ piaciuta molto la vasca esterna..una collega praticamente sembrava sulla giostra visto che non voleva uscire dalla vasca 🙂

    il top l’ho provato in un altro posto questo inverno..nevicava faceva freddo di brutto ed io e una new entry eravamo a mollo nell’acqua calda nella vasca all’aperto avvolti dal vapore di notte ……. figataaaaaaa

  3. Le mie foto NON sono, fortunatamente, delle terme di Monticello!!
    (avrai notizie da miei legali e fidi rappresentanti su dove fosse il letto spaziale e la vasca Star Trek se ti interessava per andarci…)

    Quanto ho riso, e quanto sto ridendo nell’immagine del post palata in fronte…
    Ho fin gli spasmi agli addominali.. e no, tranquillo… Non è che devo andare in bagno!!

  4. @Stoney: beh, se vuoi ti racconto dettagliatamente tutti i pro ed i contro 🙂

    @bellobello: mi raccomando, portati le ciabatte 🙂

    @Sonia: io ci sono andato a novembre per festeggiare il mio compleanno. Era notte, un freddo bricco, e noi in acqua a guardare le stelle 😀

    @Den: secondo me eri alle terme di Colà 🙂

    @Poto: mio caro, aspetto notizie, il letto spaziale mi ha molto incuriosito 😀

    @Kikka: Ma guarda che tu puoi approfittare di me quando vuoi 😀 e grazie per avermi aiutato a vedere la cosa con più chiarezza 😉

    @orodeglistupidi: Guarda, ieri avrei anche potuto fare di peggio 😀

  5. Non c’è niente da fare, da che mondo è mondo nella sauna si deve andare tra membri dello stesso sesso, cassieri compresi! 😛
    Io ci sono stato due volte e devo dire che mi è piaciuto (tranne la stanza soffocante di fieno e altre due o tre cosette). Confermo che la vasca salata all’esterno con la corrente è ADDICTING. Comunque erano “occasioni”, tipo che la prima volta ce l’hanno regalato per il nostro matrimonio, e con quel che costa tanto vale andare alla metro, almeno si tromba!
    …che è un bel valore aggiunto, direi.

  6. Se volete davvero ridere, guardate le spiegazioni della loro “acqua termale”, che scende direttamente dai rubinetti dell’acquedotto comunale.
    Ovviamente fanno bene, considerando quanta gente è disposta a pagare per farsi prendere in giro.

  7. Non sono per nulla daccordo con te. Ci vado da circa tre anni e ti assicuro che mi trovo benissimo. I dipendenti della spa sono tutti gentili e disponibili, poi dipende da come ti poni; non ti daranno l’accappatoio, ma ti danno un telo grande, poi se tu ritieni piu igienico utilizzare come a bormio le ciabatte del “popolo” fai pure, io ritengo sia molto piu igienico. Relativamente al ridere se qualcuno si fa male .. la dice lunga. Io consiglio a tutti di andarci, se si possono evitare i sabati e le domeniche ancora meglio. Gia che siete in zona, andate poi nella gelateria di Cortenuova, da Giancarlo, li potete gustare un gelato fantastico.

  8. Ma quante storie per andare un giorno alle terme .Noi siamo stati posto e un po piccolo e caro ,pero tutto sommato niente di particolare se siete di milano e avete voglia di passare un giorno diverso andateci .quante storie per un paio di ciabatte ed un accappatoio .che poi l’acqua sia termale o no non saprei spero di si ma se cosi non fosse mi spaice ma dire farsi prendere ingiro ed altro mi sembra troppo legali ecc divertitevi

    1. Samuele, secondo me dovresti provarne altre prima di giudicare. Anche a me non sono piaciute, se la tirano troppo, e per quello che offrono è davvero troppo caro.

Comments are closed.