Del perché odio le giostre…

Odio le montagne russe, mi fanno orrore tutte le cose stile “tappeto volante”, non sopporto quelle dove si viene sbattuti ed agitati, quelle dove si scivola, si salta e ticche e tracche.
Accompagno volentieri gli amici, ma non chiedetemi di salire su quelle macchine infernali.
E se volete sapere perché, guardate attentamente questa foto.

Qui ne trovate altre

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

6 thoughts on “Del perché odio le giostre…”

  1. Nemmeno io ce la faccio.
    A Gardaland praticamente sono andato per fare le foto al pupazzo di Prezzemolo.
    Le uniche 2 montagne russe fatte sono state entrame a Eurodisney.
    La prima a 14/15 anni, ambientazione: Tempio di Indiana Jones
    Nel giro della morte, per un attimo ho sentito gli occhi che volevano uscire dalle orbite; orribile sensazione.
    La seconda volta, l’anno scorso, lo Space Mountain. Mi sono lasciato convincere. Fatta la prima parte tutta con gli occhi chiusi e mi sono perso il fantastico gioco di luci creato intorno al trenino.
    (MONA MI!)
    Ma il vomitino, per fortuna, non mi è mai scappato ne subito…

  2. Giusto la prima foto le altre son divertenti senza pericolo per gli altri passeggeri. Mi ricorda la pubblicità dello smacchiatore dove due bambini li lasciano salire con in mano due gelati che a parte sporcare loro e sicuramente quelli dietro (ma tanto c’è la madre davanti che smacchia sicuro), le palle di gelato rimangono incollate al cono…. geneticamente modificate probabilmente… mi fan più paura i due gelati…. e anche la mamma non scherza….

  3. ihhhh lo space mountain…anch’io mi sono fatta convincere e il risultato e’ stato totale irrigidimento del collo, appena scesa mi sono dovuta sdraiare, prendermi un aulin e aspettare di stare meglio….
    W le tazze ed il bruco mela! 😉

  4. Ma noo dai comeeee!!! Che belle le montagne russe!!!

    Comunque… mentre aprivo questa pagina avevo un pezzetto di cacio con del pane in bocca… non son riuscito a deglutire….

  5. certo che il tipo che si titilla i capezzoli con la maglietta avvolta nella faccia è strano forte…forse cercava un po’ di intimità per raggiugere l’orgasmo.

    Per il resto concordo, non ho mai capito il desiderio di alcuni di farsi sballare da scariche di adrenalina tramite “iniezioni giostrose”.

Comments are closed.