E’ una truffa! E’ una truffaaaa!!!

Schermata 2009-12-14 a 22.01.11

Gridava così la Bonaccorti davanti al cruciverbone, e l’ho gridato pure io pochi minuti fa.

Il trucco è questo: qualche “simpaticone” ha modificato il titolo ed i contenuti di alcuni gruppi di facebook, in favore di Silvio B.

Anche io risultavo iscritto ad un gruppo a sostegno, carico di baci ed abbracci (uff!)

Qualcuno sa come segnalare la cosa ai gestori di facebook?

Verificate subito una vostra iscrizione ad uno dei seguenti links:
http://www.facebook.com/group.php?gid=9069785212&ref=nf
http://www.facebook.com/group.php?gid=61194972029&ref=nf
http://www.facebook.com/group.php?gid=26844886242&ref=nf
http://www.facebook.com/group.php?gid=115888737814&ref=nf

Interessante la posizione geografica del gruppo: Corleone.

11 thoughts on “E’ una truffa! E’ una truffaaaa!!!

  • per fortuna non mi sono iscritto a nessun gruppo, tranne quello a sostegno della lotta all’aids (e per ora è rimasto tale)

  • Grazie mille!
    Io ero indenne: sono iscritto da poco e evidentemente non ero iscritto a nessuno dei gruppi “revisionati”.
    Ma ho trovato, in due dei quattro, cari amici che so bene non condividono il “nuovo messaggio”. Li ho avvisati.
    Se non ti dispiace, amplifico questo post sul mio blog (e ovviamente ti cito).

  • uno dei gruppi mi aveva preso. ma un amico mi aveva già scritto, e mi sono tolto subito. ma non prima di aver scritto a tutti gli amici che vedevo nell’elenco iscritti.

  • Per avvertire gli amici iscritti incomsapevolmente avevo scritto un post in bacheca coi link dei gruppi… se l’avete fatto anche a voi è stato cancellato il post a tutti o sono l’unico sfigato a cui hanno toccato la bacheca?

  • Facebook ha preso provvedimenti, iniziando ad eliminare tutti i gruppi e le fan page riguardanti l’uno o l’altro (che tra l’altro sono pura violazione del regolamento di fb, visto che solo la persona stessa/società può crearsi la propria fan page)

  • Ancora una volta la Clausola del Gatto Sitwoy ha colpito con precisione darwinianamente chirurgica: davvero a nessuno era venuto in mente che dare la propria adesione pubblica, con tanto di proprio nome e cognome, a un’iniziativa priva di qualunque efficacia pratica, lanciata da un promotore anonimo, in un social network che cambia le proprie regole con la stessa facilità con cui si cambiano i calzini (rinominare un gruppo di Facebook prima non era ammesso, a quanto mi risulta), potesse prestarsi a qualche tiro mancino o strumentalizzazione?

Comments are closed.