Webbing

Stamattina passeggio per la rete quasi distrattamente, ma non a caccia della solita fuffa quotidiana (necessaria al mio benessere psicologico), e nemmeno della sublime poesia evocativa che certi post riescono a regalare; semplicemente un cazzeggio a tratti distratto, tra le tante notizie che riempiono il mio aggregatore in questo pessimo lunedì.

Di cosa si potrebbe parlare?

Beh, prima di tutto l’aggressione.
Mi è difficile esprimere un giudizio obbiettivo, perché non riesco a decidere se è più inaccettabile quell’aggressione, oppure l’aggredito.
C’è chi ha scritto “il popolo si sta arrabbiando”, e credo sia vero, però, anche se io faccio sicuramente parte del popolo arrabbiato, non mi sento assolutamente rappresentato dal folle gesto di questo Tartaglia.
Io credo che l’aggredito sia semplicemente vittima della sua stessa arroganza.
Se per mesi e mesi, con una sorta di stupro mediatico allucinate, continui a professarti un superuomo imbattibile che nulla lo può scalfire, ecco, come minimo un bel “tiè!” di primo istinto viene spontaneo.
Poi ci rifletti, capisci che il gesto è orribile e che quell’uomo (Tartaglia) è un povero pazzo, ma… alzi la mano chi non ha sadicamente sorriso appena ha sentito la notizia.

A questo punto cosa si dovrebbe fare, solidarietà?
Vediamo, solidarietà con qualcuno che, senza ombra di dubbio, è l’emblema di un gruppo di persone che stanno distruggendo l’Italia?
Che hanno creato un esercito ben diviso tra precari e disoccupati?
Che hanno speso tutte le loro energie per modificare quelle leggi che li avrebbero fatti finire in galera?
Che ogni giorno alimentano l’odio verso le minoranze?
Che hanno trasformato l’Italia in un casting?
Che sono disposti a spendere cifre astronomiche per la costruzione di un inutile ponte ma non per la ricostruzione di città distrutte dal terremoto?
E se scendiamo nel personale si può spaziare tra le internazionali figure di merda (ad esempio disegnare intimo femminile mentre si discute di cambiamento climatico), fino a frasi davvero pesanti come “cambiare la costituzione”.

Solidarietà dite? Mmmm… posso pensarci ancora un po’?

Ed infine, giusto per dare alla cosa una luce diversa, vi invito a leggere il post di Malvino.

Poi, per oggi, credo sia meglio ritornare alla rassicurante ed innocua fuffa.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

13 thoughts on “Webbing”

  1. Avete notato la potenza di fuoco che Raiset ha messo in campo ieri sera ? sembra la prova generale di ben altro.

  2. bho…. la si è messa subito sul politico, poi si è scoperto che Tartaglia era un uomo con problemi psichici da anni e si è cercato di rimanere sul politico scivolando sui vetri… molti ancora penseranno “è stato qualcuno del Leoncavallo” come sentivo ieri a caldo… ma spulciando ieri in rete, giusto perché speravo che qualcuno avesse ripreso la scena, non ricordo dove ma si leggeva che il Tartaglia aveva in tasca anche un piccolo crocifisso e dello spray al peperoncino e che era lì non per protestare ma per farsi fare un autografo, quando Berlusconi si è avvicinato e festeggiava gioioso con i suoi fan Tartaglia è riuscito a farsi strada e raggiungendolo l’ha colpito….. A me sembra un pò come un ragazzino alla croisette “Braaaaad Braaaaaaaaaaad un autografooooo Braaaaadddd guardamiiiiii un autografooooo Braaaaaaaaaaad…. BRAAAD E CHE CAZZO VAFFAN” SBAM!
    Altro che politica.

  3. A me dispiace prima di tutto per l’aggressore. Già psicolabile (e in questo paese di merda sappiamo che significa “fatti tuoi, non è un problema mio”) adesso sarà anche trucidato socialmente. Io spero che lo invitino al prossimo GF o Isola, e che diventi più ricco di Corona….

    Comunque mi dispiace per il cavaliere mascarato, forse ora farà qualcosa per il sostegno alle persone con problemi psichici. In fondo con questo gesto uno di loro gli ha regalato un milione di voti.

  4. ma nessuno si ricorda che quando è stato colpito da un cavalletto è andato in giro per una settimana con un cerottone 20*15 quando avrebbe potuto semplicemente sfumare il fondotinta?
    ..non oso immaginare come stavolta ci smaronerà con questa faccenda

  5. tutta la vicenda e’ strana….

    1) come mai il nano puttaniere aveva un mano ( si premeva contro la faccia ) una roba di plastica nera che sembrava un sacco della spazzatura ?

    2) come ha fatto questo squilibrato ad avvicinarsi cosi tanto.. e fare quel gesto senza che nessuno della imponente security dispiegata dal nano lo bloccasse ?

    3) come mai esistono 2 mega-gruppi facebook che hanno gia’ oltre 300.000 iscritti a favore di silvio e contro massimo tartaglia…. mentre quello a favore dell’eroe tartaglia ha ancora solo 90.000 iscritti.. a giudicare dall’umore generale .. non mi pare di percepire tutta questa simpatia per il nano in giro.. sono due gruppi tarocchi messi su da Publitalia spa?

    ciao

  6. @isaak: degli hacker hanno preso possesso di almeno quattro tra i più popolari gruppi italiani, tra cui uno a sostegno dei terremotati in Abruzzo e uno *contro* Berlusconi, e ne hanno modificato il titolo, per farli risultare gruppi di sostegno.

    Anche tu, Larvotto, risulti ora un sostenitore di Berlusconi: controlla bene tra i tuoi gruppi!

    Invito tutti a verificare ed eliminare la propria iscrizione ai seguenti links:
    http://www.facebook.com/group.php?gid=9069785212&ref=nf http://www.facebook.com/group.php?gid=61194972029&ref=nf http://www.facebook.com/group.php?gid=26844886242&ref=nf http://www.facebook.com/group.php?gid=115888737814&ref=nf

  7. Noooo… anche Massimo.. risulta forzosamente arruolato tra i sostenitori berlusconici …

    Ma per quale ragione.. facebook mi fa sempre piu’ schifo come piattaforma ?

  8. @Orodeglistupidi
    spero non ti dispiaccia se ho fatto girare la notizia tra i miei amici di Facebook, verificando nei gruppi da te elencati ho trovato alcune persone che DI SICURO non sono sostenitori del Silvio 👿

  9. grazie orodeglistupidi! ho fatto girare anche io la notizia della manipolazione… anche io sono SICURO che alcuni miei amici non approverebbero manco morti

Comments are closed.