Ed è solo lunedì

I maglioni in pile sono una invenzione favolosa.
Li metti in lavatrice, li stendi e pochi minuti dopo sono già asciutti.
Sono leggeri e tengono caldo.
Al lavoro non impicciano.
Costano una fischiata.
L’ultimo che ho comprato ha un effetto vellutino e toccarlo è come accarezzare un gattino.

Con questo ho finito le stronzate positive di questa giornata.

Mi sono alzato più stanco di quando sono andato a letto.
Ho la stessa faccia di uno che si sveglia dopo una sbronza colossale e si accorge di essere andato a letto con la più cessa della serata.
Ho mal di pancia.
Ho mal di testa.
Mi si prospetta una giornatina farcita di contrattempi.
Leggo la posta e di 10 mail, 6 finiscono con la frase “se non invii questa mail ad almeno 10 tuoi amici…”.
Ho 6 amici in meno.
Le altre 4 mail si dividono in 3 notifiche ed uno spam.
Non ho più amici (vi prego, scrivetemi qualcosa di simpatico che non finisce con “ se non invii questa mail ad almeno 10 tuoi amici”!)
Devo vedere almeno tre persone che non vorrei vedere mai più.
Mi sono rotto i coglioni del freddo e, dopo questa ultima frase, autorizzo chiunque a tirarmi uno schiaffone alla prima volta che proverò a lamentarmi del caldo.
Ed è solo lunedì.

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

22 thoughts on “Ed è solo lunedì”

  1. I maglioni di pile fanno troppa elettricità potresti rimanere fulminato! Se non mandi a 10 ………… 😆

  2. Ma daaaaaaaaaaaaaaaaaaaai!!!
    Ma come fai a mettere i maglioni di pile!?!?!? Ha ragione lo zio, fanno elettricità e finisce che ti si alzano da soli tutti i capel… …

    Uhhhhhhhh secondo me stai benissimo con i maglioni di pile!!! 🙂

  3. Ormai il lunedì è finito.
    Ma domani è martedì.
    Con altri problemi.
    Poi c’è mercoledì.
    Con altri problemi.
    Giovedì.
    Che non vuole essere da meno.
    Venerdì e i problemi aumentano per le idee (che sembrano essere obbligatorie) per il sabato.
    Sabato.
    E’ tutto un problema perchè non c’è mai tempo.
    Si arriva a domenica.
    Forse, se hai una donna delle pulizie che lavora in settimana, non hai problemi, altrimenti…

    E poi è di nuovo lunedì… 😯 😯 😥

  4. fammici pensare… sveglia alle 10; 10.20 in ufficio (casa del vicino) per un lavoro; 13.30 pranzo; termino il lavoro del mattino; 15 vado a fare ripetizioni a un diplomando; 17 torno a casa e mi metto nuovamente al lavoro fino alle 20. e mi considero disoccupato.
    ecco, fossero tutti così i lunedì, impazzirei prima di fine mese. mi pagassero per farlo, però lo farei.

  5. ti meriti uno schiaffone 🙂 la prossima volto che sei a milano e nn mi kiami per uscire.

    nn hai bisogno di conferme, per sapere che hai tanti amici.

  6. Ma se hai amici con le bandierine di tutto il mondo, figurati!
    Il mio dottorato mi regala molto tempo libero e orari da nababbi, in pratica mi alzo quando voglio e lavoro solo un giorno alla settimana di fronte a una classe di ragazzi piuttosto appassionati e svegli. Certo, passo il resto della settimana a correggere compiti, preparare la lezione, correggere la bozza del mio ultimo romanzo, imparare il francese e scrivere stronzate positive sul tuo blog, ma dopotutto è vita.
    Scherzi a parte, sono un po’ troppo solitario, in questa fase della mia vita. Ci vuole una scossa.

Comments are closed.