Chissà che non mi incazzi eh? (my little pretty one, MySql)

Ho acquistato il dominio larvotto.com nel lontano 2002 sul sito di Aruba.
L’unico cambiamento che ho fatto in tutti questi anni è stato il passaggio da hosting windows ad hosting linux, con relativo acquisto di un database MySql indispensabile per far girare wordpress.

Ora, non ho intenzione di spiegare come funziona (anche perché, a dire la verità, non ne ho la minima idea), ma il fatto è che oggi, orrore degli orrori, ho aperto il mio blogghettino ed ho scoperto che tutti (cazzo e stracazzo, tutti!) i miei post erano spariti, sostituiti dalla minacciosa scritta “abbèllo, non c’è un cazzo da visualizzare! e mò che famo?”.
Panico!
La prima cosa che ho fatto è stata di piangere.
Poi ho bestemmiato.
Poi ho pianto ed ho bestemmiato.
Poi mi sono collegato prima al sito via ftp, e poi mi sono collegato al database.
A quel punto ho capito che non avevo la più pallida idea di quello che stavo facendo.
Allora ho iniziato a bestemmiare.

Riacquistato un minimo di calma ho aperto un tiket al centro assistenza aruba supplicando un aiuto.
Pochi secondi dopo mi ha risposto un esperto che mi ha detto “per me non c’è nessun problema

O_o’

Allora io gli ho riscritto e gli ho fatto notare che non stava funzionando un cazzo, che io NON avevo fatto nulla per provocare questo disastro e gli ho anche chiesto se per caso, visto che l’esperto era lui, aveva un qualche suggerimento.
Pochi secondi dopo è arrivata la seconda risposta. Mi ha scritto che per lui era tutto a posto e che avrei dovuto fare qualcosa io per risolvere il problema.

-_-’

Ero indeciso se rispondere con un “HO CAPITOOOOOOO MA DIMMI COSAAAA CAZZOOOOO DEVOOOO FAAAAAREEEEEEE!”, oppure con un più calmo “senta, visto che a lei del mio MySql non gliene sbatte una madonna, che ne dice, già che ho aperto questo tiket, di suggerirmi almeno una buona ricettina per la cena di stasera?”.

Alla fine ho optato per il piano C.
Ho chiamato piangendo il mio scienziato di fiducia e gli ho spiegato il problema.
E mentre lui iniziava a scartabellare tra i meandri del mio dominio, io ho iniziato a bere del Martini, sperando di perdere i sensi e risvegliarmi solamente a problema risolto.
Dopo vari controlli il mio scienziato ha trovato l’inghippo.
Mi ha detto che c’era un errore, e me lo ha anche spiegato nel dettaglio, ma al secondo termine tecnico io mi ero già buttato a terra fingendo di essere morto.
Insomma, per farla breve, senza nessun motivo apparente, la partizione del MySql che contiene quasi 7 anni di blog era crollata.
A quel punto mi ha detto “passa questo messaggio al centro assistenza, sapranno di sicuro cosa fare”.
Il messaggio era questo:

Query SQL:
SHOW FULL FIELDS FROM `wp_posts` ;
Messaggio di MySQL:
#144 – Table ‘./Sql175114_1/wp_posts’ is marked as crashed and last (automatic?) repair failed

Io l’ho inviato al centro assistenza, e sapete cosa mi hanno risposto?
Ve la copio pari pari senza cambiare nemmeno una virgola:
“Gentile cliente,
provi a riparare lei stesso la tabella dalle opzioni del pannello mysql.aruba.it.

Distinti saluti.”

No beh, grazie. Sei simpatico! Guarda che il tecnico sei tu, io sono un salumiere!

Che fare?
Dopo due bestemmie di assestamento, ed in piena crisi isterica ho richiamato lo scienziato e l’ho supplicato di provare a fare qualcosa.
Distrutto psicologicamente dalle mie lamentele e pronto a qualsiasi cosa pur di farmi riagganciare, ha iniziato a ravanare tra le tante tabelle, ha fatto un backup in qualcos’altro, ha mescolato le carte, ha guardato sù, ha guardato giù ed ha dato un bacio a chi vuoi tu.
Insomma, dopo tutta questa specie di evocazione satanica, il database è stato quasi completamente ripristinato. Mancavano solo l’ultimo post ed una ventina di commenti che, in seguito, ho rimesso io copiandoli dalle notifiche via mail*
Lodi e lodi allo scienziato insomma.

Un attimo risollevato, ma ancora con i coglioni rotanti, ho riscritto al centro assistenza chiedendo come mai mi avevano detto che era tutto a posto, quando invece c’era stato un crash.
Non mi hanno ancora risposto.

A questo punto:
– Spero non succeda più
– A qualcuno è successo la stessa cosa?
– Avete suggerimenti?

ed ancora

Visto lo svolgimento e la professionalità con cui hanno affrontato il problema, se io volessi passare da Aruba a Dreamhost, c’è qualcuno che mi aiuta a traslocare 1961 posts, 24222 commenti ed un pacchetto di altre cosine?

Danke

*mi scuso se ne ho dimenticato qualcuno

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

18 thoughts on “Chissà che non mi incazzi eh? (my little pretty one, MySql)”

  1. Capisco tutto a perfezione. Più o meno i tecnici dei miei due server d’appoggio rispondono alla stessa maniera. Devono avere un manualetto con domanda e risposta preconfezionata tipo testimoni di Geova 😀

  2. Terrybbbile!!!

    Io mi farei subyto un backup del database e lo trasferirei in 35 server in giro per il pianeta, fra cui uno inguattato in una camera segreta sotto la piramide del sole!!

    :-))

    No, davvero, te lo fanno fare il backup da remoto?

  3. Se mai dovesse capitarmi qualcosa di simile (tiè.. debiti scongiuri) applicherei anche io la strategia dell’opossum. Mi butto a terra e mi fingo morto.

  4. Chi ti aiuta a traslocare i tuoi quasi 2000 post, dici?
    perchè non chiedi ai tecnici di aRUBA (che se si chiama così, ci sarà pure un motivo…)?

    🙂

  5. Io ci capisco di tecnologia come ci capisco di giardinaggio…un’emerita mazza!!! Se non ci fosse il mio boy (che secondo me non ha un cervello…ma un condominio di transistor….anche se so che i transistor sono antiquatissimi….ma mi sanno tanto di vecchio film horror!) ad aiutarmi con i misteri che impregnano il mondo moderno…io sarei perduto. Vabbè che io mi incanto quando si accende una lampadina e mi chiedo sempre quale magia sia esplosa in casa…figuriamoci se posso risolvere un caos come quello che è capitato a te. E pensa che volevo farmi un dominio anche io…:-( Ieri ho temuto che…ma meno male sei ancora con noi. Il mio salumiere di fiducia. P.S.- quanto mi piace il salame…:-)

  6. quel simpaticone che ti ha risposto forse non ha in mente che usare un REPAIR TABLE o una REPAIR DATABASE a) non è operazione che uno fa ogni giorno, b) che anche chi lo sa fare deve avere almeno un po’ di dimestichezza coi parametri di mySQL c) non è nemmeno detto che il mitico “pannello di controllo” di Aruba (leggi: phpMyAdmin) sia configurato in modo che l’utente finale abbia i permessi per eseguire questa operazione.

    io manderei un bel regalo di ringraziamento al tipo del call center: una confezione di mon-cheri rigorosamente corretti al guttalax

  7. P.S. Per traslocare da un host all’altro, se questo ha mySQL, basta che tu faccia il backup del database e poi, una volta dall’altra parte, esegui l’operazione di restore – et voilà, tutto salvato 🙂

  8. Installa un plug-in che si chiama “WordPress Database Backup”, configuralo in modo che ti faccia almeno un backup al giorno e a quel punto sarai in una botte di ferro, qualunque sia il tuo provider.

  9. Ma non l’hai ricevuto il mio messaggio? -_-‘
    Comunque per la seconda parte (il trasloco) non è un grande casino. Come immagino ti abbiano già detto basta un backup…esiste un plugin cche si chiama “WordPress Database Backup” con il quale puoi programmare i tuoi backup e farteli anche spedire sul tuo indirizzo e-mail…

  10. oh cazzo, che brutta sorpresa. Però avrei davvero voluto vederti imbottito di Martini a fare il morto davanti alla cornetta blaterante. La prossima volta mi chiami? 😉

  11. Arrivo in stra ritardo, in questi giorni non ho letto i feed causa troppi impegni. Ora mi leggo gli altri commenti, comunque ti consiglio 1) di installare wp-db-backup (se ti serve una mano su come sistemarlo, scrivimi, per te sono sempre disponibile eheh) 2) di dare un’occhiata anche a tophost.it che costa poco ed è molto affidabile. Il mio sito ci gira da 5 anni senza grossi problemi. E spendo un terzo rispetto ad Aruba…

  12. Cambia Gestore. Aruba ci ha fregati tutti, io dopo aruba ho provato anche register, giusto per rimanere termini italiani, ma con i nuovi strumenti e un po’ di capacità in più nell’inglese, molto meglio servizi stranieri… mooolto meglio.
    Semplicemente perchè è ARUBA stessa che ti butta giù, quando vede che fai troppo traffico, è come se le dai fastidio boh!
    Complimenti mi piace il tuo blog, da oggi hai un nuovo lettore.

Comments are closed.