Los Gauchos From Las Pampas (I love birignao)

La prima volta che sono stato a Londra era l’estate del 1987. Insieme ad alcuni amici avevamo fatto un iter-rail, un unico biglietto che costava circa 150.000 lire e con il quale potevi girare su tutti i treni europei senza limitazioni.
Il nostro primo tragitto è stato Reggio Emilia – Edimburgo, un viaggetto di 36 ore tutte filate, mica bruscolini, ma eravamo giovani e pieni di energia.
Londra è stata l’ultima tappa del nostro british tour, ed è stato ammmmore.
Per dei ragazzi di campagna come noi, Londra era piena di magia. Abbiamo subito comprato il Bleach Blonde per decolorarci i capelli, abbiamo preso i Crazy Color per farceli di tanti colori, abbiamo trovato i pantaloni con le fibbie, gli anfibi alti fino al ginocchio, le scarpe con la para, il crimper, le giacche di pelle piene di zip e borchie, tutte cose che a Reggio Emilia non si trovavano.

Ma in quell’anno a Londra, oltre a tutto quel dark/punk che tanto mi piaceva, ho anche scoperto un nuovo stile musicale.
Ricordo (un poco vagamente a dire la verità) un negozio di dischi a Soho, dove ero andato per comprare alcuni 12” di Marc Almond, tutto pieno di spille e magliette raffiguranti lo smile giallo, ed in sottofondo c’era questa musica martellante ed un poco ipnotica che, in un secondo momento, ho scoperto essere Acid Music.

La componente principale della musica Acid Music è la Roland TB303 (bassline) una piccola scatoletta piena di bottoni e potenziometri che, insieme alla sorella TR 606 (ed anche la 707, 808, 909) hanno fatto (e direi fanno tutt’ora) un pezzo di storia musicale.
Dovete sapere che, tra le tante cose, la TB303 fa dei birignao stupendi, e la musica Acid è piena di birignao, una serie di birignao senza fine, i più bei birignao che la musica elettronica conosca, quei birignao così brillanti che potresti metterli in loop ed ascoltarli per ore ed ore.

Io amo i birignao, mi fanno impazzire, ed ogni volta che li sento perdo il controllo, tipo che se uno sconosciuto per strada mi dice “birignao”, io gli pianto due metri di lingua in bocca.

Tutto questo preambolo (perché io sono fatto al 90% di logorrea) per dirvi che un amico mi ha fatto conoscere i “ Los Gauchos From Las Pampas” un gruppo Argentino che fa musica Acid “come una volta”.
Questo gruppo di ragazzi oltre a fare belle canzoni, le mette pure in regalo sul loro sito.
Autentici benefattori.

Quindi, se dovesse capitarvi di passare per Reggio Emilia e vedere una pazza pelata alla guida di una macchina tutta scassata, che si smania all’interno come in preda di spasmi intestinali, ecco, fate ciao ciao con la manina perché sono io.

Birignao.

Los Gauchos From Las Pampas (MySpace)
Los Gauchos From Las Pampas (Sito ufficiale)
Los Gauchos From Las Pampas (YouTube)

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

10 thoughts on “Los Gauchos From Las Pampas (I love birignao)”

  1. se vuoi ho ancora Bleach Blond e Crazy Color originali (per il pizzetto, si intende, che altro non si può tingere 😈 …)

Comments are closed.