Follia, pura follia (Bruuum! Bruuuum!)

Io capisco il disagio di certi ricconi che, poverini (ricconi poverini, mi piace), non sanno più come ostentare il loro patrimonio.

Gli abiti sontuosi? No, quelli non funzionano più da quando si possono comprare a meno di 70 euro… basta fare un giro a Napoli (eh sì, ecco spiegato, ad esempio, come mai io ho un Moncler da 500 euro nell’armadio)

L’ingesso in locali esclusivi o la cena in ristoranti superlusso? Beh, posso dirvi che io ho fatto entrambe le cose. E se le ha fatte uno scoreggione ignorante e morto di fame come me, vuole dire che chiunque le può fare.

Donne bellissime o/e maschi da paura? Adesso non posso ma lascerò un testamento in cui rivelerò il nome di una mia storia segretissima con un maschio bellissimo e piuttosto conosciuto. E se c’è riuscito uno scoreggione ignorante… etc 🙂

Viaggi in località da sogno? Beh, adesso se le regala qualsiasi coppia come regalo di nozze e ritrovarsi a fianco la buzzurra di turno è un attimo.

Macchine? Mmmm… basta fermarsi a guardare il traffico di una qualsiasi circonvallazione per vedere passare più SUV che Panda… però… sì, probabilmente la macchina è la mossa giusta!

Allora, scommetto che molti di voi staranno pensando alla solita Ferrari!
Ma no sciocchini, quella è roba da morti di fame! Con 400.000 euro te la porti a casa e, calcolando che è rumorosissima, scomodissima, se ci vai in giro devi fare continuamente benzina ed in montagna annaspa, capisci subito che devi puntare più in alto.

Ad esempio, voi la conoscete la Bugatti EB 16.4 Veyron?
Qui sì che facciamo gli sborroni!
Il prezzo di questa macchinina parte da 1.100.000 euro (sì, avete letto bene, unmilionecentomilaeuro) fino quasi a raddoppiare con i modelli più accessoriati, e la rende l’auto più costosa del mondo.
Niente male vero?

Il problema è che bisognerebbe spargere un attimo la voce, così quando uno di questi ricconi ci sfreccerà davanti, potremo tutti restare a bocca aperta e dire “oh, ma lo sai quanto costa quel cesso di macchina?”.
Bruuum! Bruuuum!

ps
Io comunque aggiungerò “un giro su quella macchina” alla mia wishlist 🙂

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

18 thoughts on “Follia, pura follia (Bruuum! Bruuuum!)”

  1. Ma si potrebbe anche riportare il prezzo sulle fiancate, con una decalcomania bella grossa. Per non sembrare cafoni ci si potrebbe scrivere: “Anche l’altra mia macchina costa un milione di euro”.

  2. In effetti fa alcquanto cagare come auto .. fosse stata almeno monocromo invece che arlecchino .. bah

    Poi onestamente non mi scandalizzo nemmeno per il prezzo ( che e’ assurdo perche’ ci comperi 3 appartamenti con quella cifra ridicola ) .. ma al di la di quello ci si puo’ attaccare un cartellino del prezzo che ci si vuole.. se si trovano i pirla disposti a comprarla.. perche’ no. La cosa ridicola piuttosto e’ che non puo’ nemmeno essere considerata un’investimento .. la cifra una volta che quella schifezza esce dal garage della fabbrica per essere consegnata.. puo’ considerarsi buttata nel cesso con doppia tirata di sciaquone.. perche’ anche se la rivendi non ci ricavi nemmeno un centesimo del prezzo pagato, la ragione .. chi e’ talmente folle e possidente da buttare un milione o oltre in un auto .. la acquista nuova… l’usato non lo considera nemmeno se fosse spazzatura.. quindi una volta smessa sul circuito seconda mano la mitica bugatti da un milione e centomila euro .. diventa un macinino qualsiasi di grossa cilindrata … che si vende ai prezzi normali delle auto di grossa cilindrata in seconda mano ne piu ne meno .. al massimo ci recuperi 20.000 eurini. Bisogna proprio essere dei geni per comprare un’auto cosi’… d’altro canto sarebbe ottimo conoscere di tali acquirenti .. gli si potrebbe vendere ad esempio qualche pregiata crosta da appendere in salotto … a prezzi da record.

    1. Anche secondo me, 😀 Massimo affetta salumi come copertura .. in realta’ il nostro amico possiede un intero atollo alle Isole Antigua giusto affianco alla baia “Emerald Cove” di Merdusconi e quando va li cena tutte le sere a risotto e champagne portatogli su vassoi d’argento da camerieri froci .. e per digerire dopo cena si fuma canne larvottiane arrotolate in biglietti da 500 euro l’una… 😎

  3. Beh .. vabbe povero massimo dai .. addirittura berluscotto mi sembra esagerato….

    Pero’ a pensarci bene oltre all’atollo alle Antigua .. ci sarebbe anche una intera spiaggia nel Principato di Monaco che porta infatti il suo nome .. la “Plage du Larvotto” .. altro che cucine scavolini e soppalchi di 60 mq. .. va a finire che scopriremo che massimone in realta e’ l’amante gayo di Gianfranco Fini ! 😆 😀 😆 Uah ah ah 😆

    ( scherzo eh.. ! ) 😎

  4. Massimone, scusa se ti rompo i coglioni mentre sei impegnato a massagiarti la prostata.. pero’ volevo chiederti se cortesemente, visto che sei un artista creativo indiscusso del video internettiano … dicevo se puoi fare un “edit” del video della canzoncina con la patrizia d’addario mantenendo l’audio e la parte della d’addario e della disco cosi come e’ e sostituendo immagini del nano merduscone al posto di quelle di carosone.. secondo me il video viene una figata … e se lo carichi come video larvotto mettendoci come keywords “d’addario berlusconi” diventa una video canzoncina virale su internet nel giro di pochissimo tempo. Lo fai sto video-larvotto ? 😎

  5. Mi dispiace, caro Larvotto, ma il top è la nuova Veyron (http://carscoop.blogspot.com/2010/07/new-bugatti-veyron-164-super-sport.html)…1200 CV di pura potenza.

    Il prezzo è leggermente aumentato, ma di certo non sarà un problema per chi fosse realmente interessato all’acquisto.

    Per la cronaca proprio un’icona gay è proprietario di una Bugatti Veyron: Cristiano Ronaldo (http://www.autotrader.co.uk/EDITORIAL/CARS/FEATURES/40836.html); e un’altra icona gay d’oltremanica ne è stato proprietario, David Beckam, che si dice l’abbia venduta perché, secondo quella cretina della moglie, “si sentivano troppo le buche”.

  6. Con questo hai fatto sì che tutti noi adesso ci auguriamo la tua morte per venire a sapere del vip che se l’è fatta col Larvotto. Io te lo detto.

Comments are closed.