Sentirsi molto Frida

Vi capitano mai quelle giornate in cui vi svegliate e, prima di guardarvi allo specchio, vi sentite completamente diversi, al punto che, una volta arrivati in bagno, mentre vi state lavando i denti vi guardate e pensate “e questo chi è?”.

Ecco, a me è successo stamattina.

Mi sono alzato, con fare felino, dopo tutta una serie di stiracchiamenti nel letto, cercando di rimettere insieme i pezzi un sogno un poco sconclusionato ma ricco di avventura, in cui non ero veramente io, ma un larvotto giovane ed astuto come non lo sono mai stato, con un sacco di capelli in testa di una deliziosa nuance color carota intensa, tipo quelli che aveva Frida quando cantava I Know There’s Something Going On.

Immaginate la mia delusione una volta arrivato in bagno quando, al posto del giovanotto trasgressivo dai capelli improbabili ho trovato un uomo con gli occhi gonfi, la sgommata del cuscino sulla guancia destra, il labbro inferiore svenuto, le sopracciglia spettinate e, soprattutto, senza nessuna traccia dei meravigliosi capelli color carota.
Mi mancavano giusto le mutande a bracarella ed una canotta a costine bianca con tanto di macchia d’olio sopra poi ero a posto.

Voglio tornare a letto.

3 risposte a “Sentirsi molto Frida”

  1. Sciocchino, cos’avrebbe questa Frida che tu non hai? Giovane e astuto (e irresistibile) lo sei; i capelli fluenti color carota magari sul cranio non ci sono, ma inside sì. E le magagne del risveglio tormentano tutti, da Brad Pitt a Elisabetta Canalis. Dà retta: avercene, di giovanotti trasgressivi come te! 😉

    1. Mo sì, via, dicZiamo che zono ‘Zovine, non proprio giovane, e che ogni mattina è sempre peggio, più di ieri e meno di domani.
      Però, se capiterà l’occasione, ti offrirò una birra 🙂

I commenti sono chiusi