La solita figura del Castro

In una delle prime sere che ho passeggiato per Castro, la prima cosa che ho notato è la naturalezza con cui la vita scorre.
Ammiravo la tranquillità con cui, coppie di qualsiasi tipo, passeggiano nella mano, facendo apparire il paese in cui vivo ancora più schifosamente arretrato di quanto purtroppo già lo sia.
E tra le tante coppie ce n’era una bellissima. Lei in un abito rosso, attillatissimo, i capelli bondi e ricci, il trucco pesante ma non volgare, su labbra che sembravano così piccole all’interno di quella mascella così virile.
Camminava fiera a braccetto di un uomo distinto, in giacca e farfallino, lontano nello stile ma vicinissimo nell’eleganza.
Ad occhio avranno avuto 60 anni abbondanti, ed era un piacere vedere quanto amore si scambiavano nella loro passeggiata.

Nessuno prestava attenzione a loro, nessuno tranne un gruppo di tre ragazzi, poco più che ventenni, i quali, con forzate facce più stupide di quelle che già avevano, hanno iniziato a fare ampi gesti con la mano, mimando tutti quei gesti che, nell’immaginario becerosessuale, appartengono a quelle persone che loro raggruppano frettolosamente sotto al nome di “froci”.

Mentre gli passavo vicino ho poi avuto la certezza di quello che già sospettavo… erano tre italiani.
Che tristezza.
Ma perché riusciamo ad avere l’innata capacità di farci compatire ovunque andiamo?

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

8 thoughts on “La solita figura del Castro”

  1. Concordo, quando sono stato a Madrid un mio amico ha voluto sfoggiare i leggins sotto i jeans corti. Tutto tranquillo nessuno se l’è filato finchè non siamo passati davanti a 2 italioti. Gli unici che hanno dovuto commentare, confermando l’idiozia che ci contraddistingue a livello internazionale. Sigh!

  2. che poi sarei anche stufa di ripeterlo, ma a volta giova….
    Forse queste cose succedono perché siamo frodi solo all’estero. Se ci ricordassimo di esserlo anche in italietta, quando ci sono le manifestazioni (non il gay pride, vi prego…), allora forse, ma solo forse, ci incammineremmo verso un cambiamento: il silenzio non viene ascoltato: è legge di natura, come l’essere froci.

    1. ahah mi hai fatto fare una bella risata! 🙂 Se le fai in Italia, certe cose, chiamano subito la neuro. La tolleranza e l’apertura mentale di questo Paese è sempre stata zero…

  3. Max,

    Beccati codesta canzoncina molto illustrativa del piu’ puro spirito RedNeck.

    http://www.youtube.com/watch?v=zZmMwP5bELE

    Ma allora… max… apparte l’incontro con gli italioti burini ( probabilmente erano pure terroni ) .. raccontaci un po’ le tue giornate.. uploada un po’ di foto … che impressione ti hanno fatto i californiani con il loro stile scazzato ed easy going .. super rilassati.. etc .. se hai incontrato dei personaggioni che incarnano il vero spirito country statunitense .. etc… sei tornato lo stesso larvotto di quando sei partito .. sei un larvotto migliore… cosa ti hanno lasciato codeste due settimane di avanti e andre’ per i territori californiani .. come sei stato accolto … te la sei cavata con il cambio automatico ? etc etc

    😀 😀 😀

  4. Massimonzo .. mi raccomando .. fai con comodo a rispondere ai commenti .. non scapicollarti .. alle volte ti si potrebbero slogare le falangi delle dita se digiti troppo…poi dobbiamo chiamare un chiropratico per rimetterti in sesto.

    Cooooomunque… te che sei appassionato di giochi per la Wii beccati questo .. cosi’ puoi anche giocare a ballare e coreografare le musichette californiane .. con il mitico Just Dance™

    Grab up to 3 friends and groove to 32 classic songs with Just Dance™ the new Wii™ game with steps and moves created by real choreographers!

    1. Hai ragione, il fatto è che io, al contrario di molti, dal lavoro non ho accesso ad internet e questa settimana ho avuto cene tutte le sere. Di positivo c’è peró il fatto che il mio ragazzo mi ha regalato l’iPhone e quindi adesso la scusa che il mio Samsung non si collegava non ce l’ho più 🙂
      Per le foto fai un giro sul mio flickr

  5. Ah OK … massimo scusa, ma non capisco una cosa… tu vai a fare il larvotto in california dando sfogo ai tuoi piu’ bassi istinti larvottiani .. e il tuo fidanzato che ti aspetta poveraccio a reggio emilia con due corna cosi in testa che pare un’alce.. ti regala anche l’ iphone ? Ma certo che siete strani eh ?

Comments are closed.