My Secret Garden (E ‘sti cazzi time)

My secret garden’s not so secret anymore…

Che poi, diciamoci la verità, io non ho mai tenuto nascosto nulla della mia vita, escludendo il periodo attorno ai miei 20 anni, quando ero pronto a sfoderare fidanzate immaginarie, ho sempre vissuto la mia sessualità abbastanza liberamente, una roba che, al confronto, le operazioni di chirurgia plastica di Cher sono un segreto di Fatima.

Eppure, nonostante questo continua a darmi fastidio quel modo sgarbato che certe persone usano per entrare nella mia vita, spalancando la porta del mio “giardino” cariche di quel fare morboso di chi si crede vero maschio virile, rovesciando vasi e calpestando aiuole.

E’ davvero così importante attribuire valori imprescindibili agli utilizzi alternativi del buco del culo?
Un po’ come se questi concentrati di virilità tarassero le chiacchiere della serata in base al fatto se sono insieme ad amici che adorano montare la fidanzata a pecora oppure preferiscono lo smorzacandela.

A questo punto però un dubbio mi attanaglia.
Chiudo la conversazione rispondendo con un sonoro “E ‘sti cazzi!” oppure me ne resto in silenzio ed inizio a ballare sfrenatamente sulle note di una canzone impegnata tipo questa?


EIGHTH WONDER-CROSS MY HEART di pierrot77

Quasi quasi la seconda 🙂

7 risposte a “My Secret Garden (E ‘sti cazzi time)”

  1. Azz … ma cosa e’ successo. 😯

    Comunque dai non prendertela… ricorda anche che non tutte le persone sono uguali, e c’e’ sempre tempo per te per dimostrare che al di la’ della tua gayezza sei una persona simpatica e divertente, se gli altri vogliono capirlo bene altrimenti peggio per loro … poi magari sono battute lanciate li senza pensarci troppo. E dipende anche dal contesto in cui sono state dette. Alla fine puoi sempre consolarti parlando con i tuoi amici storici, con lorenzo liquido, col baronetto, col tuo amico ballerino napoletano che ti puo’ improvvisare una coreografia sul momento e con tutti gli altri ( col paciugo invece ti sconsiglio perche’ mi sembra un po’ depresso gia’ di suo ).. insomma tirati su’. Pensa che anche io ti trattavo malissimo all’inizio, con commenti omofobici, poi invece mi sei diventato simpatico ! Coraggio max !

    😀 😀 😀

    1. Oh Isacco,
      hai ragione, all’inizio tu eri una sorta di cecchino che sparava a destra ed a manca.
      La differenza tra te e “loro” però è questa: tu non sei un ignorante 🙂

  2. Mio fratello è un paladino dell’inviolabilità del buco, anche per scopi medici!!!!
    E con amici comuni si stupivano come fosse possibile penetrarlo con una sonda da 18 cm. per curare le emorroidi, le sue. No dico 18cm.!!!!
    Porelli, coglionazzi!!! E son convinto che tutto ciò sia solo per riderci su, non che sia sorretto da tesi convinte.
    Vabbeh, checcevoifa’, a ciascuno il suo, “peggio pelloro”.

  3. “E’ davvero così importante attribuire valori imprescindibili agli utilizzi alternativi del buco del culo?”
    Frase mitica! Non sfigurerebbe come inizio di un grande romanzo.

  4. La frase che rappresenta maggiormente la fantasia, la creatività, la fervida immaginazione di un essere umano non è “gli elefanti blu danzano e volano tra le onde di aranciata, nel prato fiorito” ma “fai piano, sono stretto”.

I commenti sono chiusi