Momenty magicy

Vi sono mai capitati quei momenti in cui vi ritrovate ad usare tutte le vostre energie nel tentativo di non ridere?
A me è capitato (anche) oggi.

Mi si è avvicinata una signora che indossava due grossi occhiali da sole e, con voce decisa mi ha chiesto “voglio il finocchio pompadour, mi può aiutare?”.

I primi secondi li ho spesi nel tentativo di mantenere i miei bulbi oculari all’interno delle orbite, i successivi nel tentativo di assumere un’aria seria e, solo in quel momento ho notato che, mentre mi parlava, con il suo ditino secco stava indicando un punto nello scaffale dei tè e tisane.
A denti stretti mi sono quindi affrettato a consigliargli le bustine di finocchio di un’altra marca, per poi salutarla e sparire accennando un sorriso.

Secondo me il nome “Finocchio Pompadour” a me starebbe benissimo 😀

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

7 thoughts on “Momenty magicy”

  1. Il finocchio pompadour…. !?!?

    ehm….

    mhuah H aha aH AH AH AHa ah H AHAAH H H
    ma esiste davvero ? che fantasia questi marchettari
    secondo me si tratta di qualche rivenditore di tisane gayo
    che si e’ divertito coi nomi dei tipi di the… un vero the da larvotto

    Max .. confessa che hai la cucina piena di “finocchio pompadour” e
    quando vuoi stupire i tuoi ospiti di riguardo glielo offri ..cosi con nonchalance !

    Comunque ..risate a parte … avrei pagato bilioni ed anche biliardi
    pur di vedere dal vivo l’espressione della tua faccia larvottiana quando
    la signora ti ha fatto la domanda .

  2. Max… pero’ scusa a questo punto ci starebbe bene un video-larvotto
    non farti scappare una occasione del genere..

    Consigli per gli acquisti : il the .. con un retrogusto di finocchio

  3. Ieri sera Gerry Scotti mi voleva vendere il Finocchio Pompadour in prima serata su Canale 5. Temo che la signora sia influenzata da cattiva televisione… 😉

    1. Ho sempre sospettato anche io che Gerry Scotti fosse un frocione…
      questa e’ la conferma definitiva…. fa la pubblicita’ al “finocchio pompadur”…

Comments are closed.