Non sono io che vivo è cristo che vive in me.

Avete mai sentito un fortissimo desiderio di bestemmiare?
Quei momenti in cui, con la faccia sconvolta da un ghigno satanico ed una inquietante schiumetta bianca che esce dalla bocca, chiamate a raccolta tutti i santi e poi iniziate ad abbinarli a nomi di animali e malattie.
Ecco, a me è capitato pochi minuti fa quando Matteo mi ha segnalato il video di questa sim-pa-ti-cis-si-ma signora che, non contenta dei maroni che ha fatto esplodere con l’altro video, ne ha voluto fare uno anche peggiore.

Io non so quando ha fatto ste robe, vedo che non sono nuovissime, ma il primo pensiero va ai suoi figli… secondo voi, in una scala da uno a dieci, quante possibilità ci sono che a scuola vengano tirati per il culo fino allo sfinimento?

Published by

Have thoughts to share?

Write your response

13 thoughts on “Non sono io che vivo è cristo che vive in me.”

  1. A me son venuti in mente Check e gnola dell’ottavo nano: … Trova signore prima che signore trovi te!.. Comunque oltre al premio coraggio sta Ripa vince pure il mongolino d’oro …. Poveri bimbi.

  2. Va beh, il fatto che vengano presi per il culo fino allo sfinimento forse è la meno… Chissà come cresceranno poveri bimbi!
    P.S. Ma un tema mobile a sto blog no eh??

  3. Forse mi sono perso qualcosa, ma a me sembra che la signora si limiti a esprimere il suo punto di vista. Non insulta nessuno, canta e sorride nonostante nei commenti insultino lei e i suoi figli. La trovo una forma assurda d’intolleranza. Posso inneggiare a Madonna o alla Madonna, se nel farlo non offendo nessuno perché non dovrei poterlo fare.

  4. Ciao. sarei d’accordo con fiottolino se:
    1) la signora del filmato non avesse quell’espressione ebete che ti invita a prenderla per il culo a prescindere da quello che fa o dice.
    2) quello che fa o dice “non offende nessuno canta e sorride” ma, da perfetta “utile idiota”, avalla posizioni che, viste da altra angolatura, sono discriminatorie: infatti “Non sono io che vivo è cristo che vive in me” è la posizione di chi è contro la libera scelta sulle direttive di fine vita.
    Ivan

  5. Ma a me quella musichetta mica dispiace. Anzi, la sto cantando pure io….”sono un uomo nuovo, Cristo è in me”. E poi dicono che la sodomia è condannata dalla chiesa! 😉

  6. Che fastidio vi danno. scusate. Se vogliono cantare, che cantino. Non vedo perché ti deve venir voglia di bestemmiare… boh

  7. Comunque molto meglio questa :

    Dim e didom e didom e didera ♪♫
    Dim e didom e didom e didera
    dim e didom e didom e didà ♪♫

    Sono il campanaro e quando vien la sera
    mi puppo le donnine che ballano il can can ♪♫

    Io invece sono il chierico e rispondo alla preghiera ♪♫
    di tutte le patate che si vanno a confessar

    Ma non dimentichiamo il parroco del villaggio ♪♫
    Confessa proprio tutti e non fa mai eccezion.

    Quando entrano le vergini raddoppia di coraggio ♪♫
    batte e ribatte sempre sulla sua argomentazion .

    Dim e didom e didom e didera ♪♫
    dim e didom e didom e didera
    dim e didom e didom e didà ♪♫

  8. Ora non vorrei dire, ma se è Cristo che vive in lei, suona la chitarra veramente male, mi aspettavo roba più tecnica dal figlio di Dio! Avesse suonato poi una fuga di Bach, un’opera di Scarlatti…Ma poi la presenza di Cristo in te ti fa assumere quell’espressione da intellettuale lì? Con quel tono di voce? Avvertitemi prima eh!

Comments are closed.