Category Archives: Val la pena vivere per:

Midnight Boy (Viva la Svezia)

MidnightBoy

Avete presente cosa vuole dire fare un salto nel tempo?
Ecco, io l’ho provato ieri quando il buon Marcello mi ha segnalato la nuova canzone di un cantante Svedese Don’t Say No di Midnight Boy.
Amore al primo ascolto.
Ora, non so se sarà vero amore oppure solo una cotta, il fatto è che da ieri io non sto ascoltando altro, questo pezzo mi ha stregato!
Non so spiegare bene il perché, forse la perfetta atmosfera anni 80, forse il fatto che sembra un mix tra i Dead Or Alive ed i Pet Shop Boys (con anche un poco di Sabrina Salerno), ma il risultato è che vorrei avere ancora i capelli per riempirli di gel e poi correre a ballare questa canzone sulla pista del Klandestine (ovviamente dopo averlo riaperto).

Ma perché in Svezia hanno il Melodifestivalen che sforna tante canzoni simpatiche e divertenti che mettono voglia di divertirsi, mentre noi ultimamente abbiamo solo delle roche urlatrici, spesso figlie di talent (o pseudo tali), con canzoni che fanno cacofonare la minchia?

Insomma, evviva il buon Johan Petter Krafman che, oltre a fare parte di quella categoria che in inglese chiamerebbero “scoop a bee lee“, ha già pubblicato una serie di canzoncine davvero carine.

Ed ora scusatemi, ma devo assolutamente ballarla di nuovo :)

Alison Moyet a Milano



Ero andato fino a Londra per sentirla cantare, ricordo il teatro pienissimo, gente di ogni età, un concerto godibilissimo, con canzoni che, personalmente, trovo favolose.

Questa sera a Milano invece sembra di essere al concerto di una sconosciuta band di provincia, quei gruppi che hanno 10 spettatori se la nonna è ancora in vita.

Mi dispiace, davvero tanto, perché meriterebbe davvero molto di più.
Da noi gli stadi li riempie Moreno.
Forse ce lo meritiamo.

American Horror Story vi piace?

Questa sera hanno trasmesso su Deejay TV la prima puntata di American Horror Story, ne avevo così tanto sentito parlare che, anche se riluttante (non mi piacciono i film horror), ho deciso di guardarlo.

A me personalmente ha fatto cagare.

Ho anche provato a leggere su wiki la trama, giusto per vedere se poteva diventare interessante, ma l’ho trovata così assurda che, temo,
American Horror Story non diventerà la mia serie cult.

Sarei però curioso di capire cos’è che, in tanti, hanno amato, e continuano ad amare, di quella serie

“Peanut Butter” by RuPaul featuring Big Freedia

RUpaul

Ammazza che orrore sta canzone.
Cioè, l’ho già ascoltata 24 volte, ma solo perché mi fa cagare.
Certo, adesso il “pina-pina-pina-pina-pina-pina-pina” sta rimbombando nella mia testa, ma sono sicuro che è una cosa momentanea. Almeno spero.
pina-pina-pina-pina-pina-pina-pina

Certo che la favolosità di RuPaul è sempre inarrivabile!
:)

Oppan Gangnam Style

Che io ricordi, tra le canzoni che più mi hanno alienato negli ultimi anni troviamo (in ordine sparso) pezzi come Toxic, You Spin Me Round, Hung Up, It Feels Like I’m in Love, Can’t Get You Out Of My Head, Dracula’s Tango, Sweet Dreams, Situation, Heartbreak Make Me a Dancer, Pump Up The Volume, Theme from S-EXPRESS, Missing, Your Loving Arms, Groove Is In The Heart ed il remix di Professional Widow.
Ce ne sono sicuramente tante altre, ma al momento non mi vengono in mente.
Nelle ultime settimane invece il mio nuovo tormentone è diventato Gangnam Style di PSY.
E direi non solo il mio.

In poche settimane il video ha avuto milioni di visualizzazioni (al momento siamo a 483277743, di cui almeno 2000 mie), è al primo posto in quasi tutte le classifiche ed inoltre il suo video, stando a quello che dice wikipedia, è quello che ha ottenuto il primato del video con più “mi piace” della storia di YouTube.
Mecojoni eh?

Numeri a parte, il fatto di essermi ritrovato a cercare di imparare la coreografia un poco mi ha preoccupato, voglio dire, ho la leggiadria ed il senso del ritmo di un gatto di marmo, mi immaginate tutto sudato in camera che zompetto al ritmo di “op op op op Oppan Gangnam Style”?
Una visione ripugnante.

Comunque, scavando nel passato del signor PSY (il primo singolo è del 2000), ho trovato altre due canzoni che, insieme a Gangnam Style, si stanno facendo spazio nel mio iPod: Right Now (nb,video bellissimo) ed anche Champion.

Se ne trovo un’altra il prossimo anno mi trasferisco in Corea che, tra PSY e Wonder Girls, sono sicuro sarò in buone mani.
Mi ci vedo già in piazza a Seoul a saltare insieme a loro 😀

shalpy_copert

SHALPY? (credo di stare male)

Avete presente Scialpi, o meglio “Siàlpi”, come lo chiamava mia nonna?
Ecco, il ragazzo ha deciso, dopo anni di carriera, di cambiare nome perché, come dice lui in questa esilarante intervista, “in quest’era globalizzata, fa in modo che qualsiasi persona possa leggerlo, possa anche pronunciarlo in quel modo” (me cojioni), ed ha quindi, in onore di questo, mutato il suo nome in, ta-daaaan: SHALPY!
Vi piace?
A me no! Fossi stato al suo posto, già che dovevo cambiare, avrei optato per qualcosa di più drastico, roba tipo MOHANA, LYNDAH oppure LUWHISA!
Secondo me avrebbero spaccato di più.
E sempre a proposito dell’intervista, è assolutamente imperdibile il momento mentre descrive questo cambio facendo lo spelling del nome e, invece di “y” dice “i lunga” (cioè, non sa nemmeno lui come si scrive), trasformando quindi il suo nome in SHALPJ, che, visto così, si potrebbe pronunciare “scial-pigei”.
Di male in peggio.
Inoltre a me SHALPY sembra il nome di un epilatore a testine rotanti… ma questi sono particolari.
Passiamo ora ad esaminare la nuova canzone.
Allora, dico subito che “il vento caldo dell’estate” è una delle mie canzoni preferite in assoluto, e solo l’idea di qualcuno che ci mette le mai sopra mi fa innervosire.
Se poi, come in questo caso, lo fa dopo aver pucciato le mani in un minestrone musicale pseudo moderno, beh, allora la cosa mi irrita ancora di più!
Ha campionato pezzi dal disco di Madonna, ha filtrato la voce con un poco di autotune e, in onore di questo, ha scritto sulla homepage del suo sitoun pezzo che, in quanto a sonorità, non ha nulla da invidiare a quelli delle grandi star internazionali“. Cosa di preciso vuole dire lo sa solo lui.
O meglio, se un artista tipo, che so, facciamo PitBull, per il nostro nuovo Shalpy è da considerarsi star internazionale, ecco, allora ha ragione, le loro sonorità infatti mi fanno cagare alla stessa maniera.
Ed ancora in tema di poracciate, vogliamo parlare della preview del brano?
Cioè, il signor Shalpy ha scritto di averlo registrato con la voce “controfase” (che certamente tutti sanno cosa significa), a suo dire per combattere la pirateria musicale.
Una idea geniale vero?

In pratica ha pensato questo: ” Se io pubblico il brano poi qualcuno se lo scarica in maniera illegale. Allora sai che faccio, ci faccio una fila di scoregge sopra così fa cagare e non se lo incula nessuno!”
Ora, chi glielo dice a questo genio del marketing che non funziona così?
Se vuoi che un brano faccia successo deve girare per la rete, e più gente lo pubblica, ripubblica e condivide, sia nel bene che nel male, più aumenta la popolarità di quel brano.
Se invece ne pubblichi solo dei pezzi ed in più distorti e se lo fai cancellare da tutti i siti che ne parlano, ecco, allora lo hai già affossato prima di cominciare.
Visto che hai tanto citato queste star internazionali, prova a copiare da Lady Gaga il modo di fare promozione.
E per finire, quando sai che devono venirti a fare due foto per la copertina del disco, evita di farti trovare mentre sei intento ad impastare la pasta della pizza, tutto infarinato non ti si può guardare :)
Insomma, io preferisco ricordarti così, con le braghe allacciate sotto alle ascelle.
(rocchinrollin)

Beh? Ma perché nessuno mi aveva detto niente del film “The Broken Tower“?
L’ho scoperto grazie ad un amico su facebook.
E’ un film del 2011 diretto ed interpretato da quel mai troppo adorato James Franco.

E’ un fim in bianco e nero che racconta la storia del poeta americano Hart Crane.

Certo che, se anche parlasse del secreto per coltivare i capperi, lo guarderei con un interesse smisurato perché, in quel film, l’immenso James Franco si esibisce in un bocchino con i fiocchi.

Ovviamente io lo sto già cercando, ma nel frattempo, giusto per farci la bocca, ecco una gif del momento clou!

Quello che succhia è un cazzo finto, però ditemi la verità, quanto è autentica questa scena? :)

(l’articolo è qui)