I doni del Burlesque

Oggi sono stato al cinema per vedere “Harry Potter e i doni della morte“.
Non so se mi è piaciuto, o meglio, se era come avrei voluto che fosse. Diciamo che a tratti è stato molto coinvolgente, molto gotico e, tutto sommato, non un film per ragazzi(ni). Voglio comunque rivederlo.
Arrivato a casa, dopo aver pigramente ordinato pizza e birra, mi sono piazzato davanti alla televisione ed ho guardato Burlesque.
Ora, sarà la birra, sarà la stanchezza, ma nella mia testa adesso c’è un maghetto su di un enorme palco che lancia scintillanti magie contro a Cher.

Sarà meglio che io vada a letto.

ps
Stanotte sognerò sicuramente Cam Gigandet

 

Queer Frame (il cinema diverso)

Ho appena scoperto un portale (grazie Zio Guido e Zio Enrico) che mi è piaciuto davvero tanto.
Si chiama Queer Frame e basta una rapida registrazione gratuita per poter avere a disposizione, in streaming, download oppure acquisto, un numero consistente di film a tematica LGBT, tutti a prezzi appetitosi.
Una buona occasione per recuperare molti di quei film che, purtroppo, la maggior parte delle sale cinematografiche italiane snobbano.

La videoteca mi sembra buona (immagino e spero in continuo aggiornamento), e come primo film pensavo di vedere “Eyes Wide Open” poi, a seguire “L’appuntamento” oggi offerto in streaming gratuito.

Ho già la serata organizzata 🙂

James Franco

Non so da dove è tratta questa foto (graditi suggerimenti), però la trovo intrigante da morire, e James Franco è bello di sopra, di  sotto, di fianco ed anche rovesciato. Ecco.

Ho la memoria troppo corta.

Perché ci casco tutte le volte?
Perché non riesco a spendere quei soldi in una maniera più costruttiva?
E’ forse un istinto masochista che mi guida?

Mi ero giurato che, dopo la patetica esperienza al supermarket dello sport (Virgin), non avrei mai più messo mano ai bilanceri. Ed invece, coerente alle mie idee come Sandro Bondi, ho firmato un nuovo contratto in un’altra palestra.

E’ una struttura molto più piccola, quasi a conduzione familiare e, al contrario della Virgin, c’è sempre qualcuno disposto ad aiutarti ed a seguirti senza il bisogno di pagare un personal trainer.

Solo una cosa mi spaventa… è frequentata da una serie di maschi con muscoli anche dietro le orecchie.
Certo, chissenefrega direte voi, io micca devo fare una gara con nessuno, però, provate ad immaginarmi, con il mio fisico improponibile, vicino ad un mastodontico ragazzo con le braccia grosse come una mia coscia. Cazzo, e’ imbarazzante dai!
Ad esempio ieri, tutti e due davanti allo specchio in sala, io con una faccia che sembrava stessi cagando un gatto vivo mentre sollevavo un bilancere senza pesi aggiuntivi, ed invece, l’energumeno al mio fianco, ne aveva farcito uno con pesi grossi come la mia figura di merda e faceva sù e giù quasi in allegria.

Ho anche regalato la mia classica scena da sfigato sulla panca per gli addominali.
Avrei dovuto fare tre serie da dodici ma, al quarto piegamento, avevo già una vena sulla fronte grossa come un dito e sudavo come una capra.

E per concludere questo orrido quadretto, ho fatto, come da scheda, in sequenza le iperestensioni.

Agganciato alle caviglie, ho cominciato a fare i vari piegamenti con risultati disastrosi. Avevo la stessa verve di un’anatra morta appesa a testa in giù dentro ad una qualche macelleria cinese a Soho. Alla fine ero così stanco che non riuscivo a scanciarmi e per scendere da quella macchina infernale mi sono imegnato così tanto che sembrava la stessi scopando.
Oggi ogni parte del mio corpo grida vendetta.

Adesso la domanda è: quanto tempo riuscirò a resistere stavolta? 🙁

Chippy D, ricorda: Il cucchiaio non esiste (il porno di Montana Fishburne)

Chippie D (o Chippy D) è il nome d’arte che si è scelto Montana Fishburne, la figlia del più famoso Laurence Fishburne, ovvero Morpheus del film Matrix.
La nostra Chippy per il suo debutto nel mondo del cinema ha scelto un film ricercato, evocativo ed a tratti commovente, che riesce a mettere in luce tutte le sue qualità recitative: un film porno!

E non solo! Giusto per non farsi mancare niente, ha anche fatto la parte della strappona nel deee-liiii-zioooo-soooo video della raffinatissima e gradevolissima canzone “Oh & It’s Shaved” di tal Brian Pumper.
Praticamente una merdata di canzone con un video che non s’affronta, dove la Chippie squassa il suo culo unto e pieno di macchie, e mostra a tutti dei peli in ricrescita nella zona vaginale che fanno paura. Il tutto accompagnato dai cambi d’abito del signor Pumper, uno peggio dell’altro che, tra berretti verdi di 36 taglie più grandi e cappellini rosa con maglia a righe multicolor, riesce a risultare più pagliaccio di Sbirulino e sexy ed accattivante come l’otite.

Per quello che mi riguarda la signorina Chippie D come attrice porno fa pena e la sua verve erotica è addirittura inferiore a quella di Eva Grimaldi nel film “Mutande Pazze” quando, dopo una serie di facce una peggio dell’altra, cala le braghe a Raul Bova e ci regala uno sguardo stupito che non capisci se era per sottolineare un cazzo enorme oppure un cazzo farcito di smegma.

Detto questo, per chi ha coraggio, ecco il video musicale di Brian Pumper

Se invece, anzichè il video musicale, quello a cui siete interessati è il sextape della Chippy D, ecco pronto il link al video!
Occhio però, questo è un collegamento ad un sito porno 🙂

Ho visto Twilight e New Moon

Ho visto, a distanza di una settimana, prima Twilight e poi New Moon.
Come potrei definirli?
Forse “the incredibil end spaventous story of a grandissim lov, anzi, two”?
O forse sarebbe meglio “an incredibil end spaventous cagata mai vist”?
Insomma, questo è quello che ho visto:

(Premetto subito che racconterò parte dei film, compreso il finale (?),quindi decidete adesso se continuare oppure no)

Twilight:
Bella (che è il nome della protagonista) è una nerd sfigata che non ride mai. Sua madre si rompe i coglioni di averla in giro per casa con un muso che tocca a terra e quindi decide di farsi ingroppare da un giocatore di baseball superdotato e, per avere libertà di azione, la manda a casa del padre, un bonazzo baffuto che sembra uscito da un film porno anni 70, che è così contento di avere sta gatta morta tra i coglioni che decide di regalargli un furgone scassatissimo sperando che si schianti quanto prima contro ad un qualche acero.
La figlia arriva a scuola e subito tutti quanti, nonostante la faccia da culo e la totale mancanza di sorrisi, la vogliono come amica.
Nella scuola ci sono una serie di ragazzi con la faccia bianca e le labbra rosse che, quando si muovono, lo fanno a rallentatore.
Tra questi c’è anche Edward, un ragazzo con una faccia così sbattuta che i compagni di classe lo chiamano “zabaione”.
Appena lo vede a Bella partono gli ormoni mentre lui resta freddo.
Poi, per ragioni strettamente legate al copione, decide di diventare simpatico e comincia a fargli il filo.
Bella però è una cagaminchia, non le va mai bene niente, e prima perché non parla e poi perché non la porta in spiaggia, e poi perché non la va mai a trovare, e poi perché non permette ad un gruppo di motociclisti di abusare di lei, e poi una cosa e poi l’altra, fino a che, con i coglioni oramai atrofizzati, Edward le svela il suo segreto… la porta in un bosco, si apre la camicia e le fa vedere un caschimpetto di swarovski comprato in saldo.
Lei, arsa dall’invidia, inizia a supplicarlo perché ne vuole uno uguale.
Allora lui la passa a prendere e la porta a casa, le fa vedere la sua camera, mette su un cd di musica classica mentre lei, astuta, nota subito che non c’è il letto.
Inizia a guardarsi intorno e poi pensa “niente letto, musica classica, vuoi vedere che non si tromba nemmeno stasera?”.
Alla fine Bella, sperando in una gangbang, va a giocare a baseboll con la famiglia di vampiri e, come risultato, riesce solo a far girare le balle ad un altro vampiro che casualmente passava da quelle parti, e che decide di ucciderla.
Purtroppo per noi gli altri vampiri lo bloccano e lo fanno a pezzi, praticamente lo riducono come i coglioni degli spettatori.
Il film finisce con Bella che, disperata, torna a casa insieme ad Edward. Lei lo guarda e gli dice “tutte queste avventure mi hanno messo una certa voglia… che dici?”, lui la guarda serio, si sistema il fondotinta e poi le dice “per questa volta no, il film è finito”.

New Moon:
Il film inizia con Bella che non ha ancora trombato, Edward la guarda e poi le dice “Bella, gli abitanti di questa deliziosa città stanno iniziando a sospettare qualcosa, sono 100 anni che dico di avere 17 anni, oramai alla storia del botox non credono più, me ne devo andare. Ciao”, allora lei fa il broncetto e poi, con aria disperata, gli chiede “ma prima si tromba?
Lui, impassibile, le risponde “Bella, no, oggi ho le mie cose e poi, come ti ho già detto con l’unica espressione che ho, me ne vado. Però fammi una promessa… non la darai a nessuno, non inizierai a fumare, andrai a letto prima di mezzanotte e non abuserai mai di alcool e droga. Ok?”.
Lei lo guarda seria e poi dice “Perbacco! E poi cosa vuoi, una fetta di culo?”.
Lui non capisce la battuta, resta dubbioso, poi si gira e gli dice “Bella…” e lei “Sì?…” e lui “Proooooot!” e poi sparisce.
A quel punto Bella, sconvolta dalla battuta, si cala un acido così potente che resta 3 mesi seduta immobile davanti alla finestra a guardare fuori, poi suo padre entra in camera e le dice “hai un capello bianco”, gettandola in una disperazione ancora più profonda.
Praticamente la parte più emozionate del film.

Fortunatamente per Bella ricompare Jacob, il suo amico che, già dal film precedente, rimane sempre in riserva.
Bella lo guarda e gli dice “Sto male, ho la paranoia, cioè, esco da una storia con un tipo… sai…”, lui la guarda, lancia indietro i capelli e le dice “perché io valgo!”.
Poi le regala un acchiappasogni suggerendogli di metterlo vicino al letto.
Da quel momento Bella farà solo sogni orrendi, così spaventosi da svegliarsi urlando.
Nonostante questo continuerà a lasciare l’acchiappasogni attaccato sul letto.

Suo padre, che vede la scena, la prende da una parte e poi gli dice “Bella, lo sai che Jacob ha un grosso segreto in mezzo alle gambe?”.
Bella sgrana gli occhi e poi gli risponde “Davèro?
E così, ringalluzzita dalla notizia, decide di telefonare ad un’amica così sincera, che nemmeno la riconosceva.
Allora lei, seria, le spiega “sono Bella, sai quella che da quando è arrivata non ne ha mai combinata una giusta?” e poi continua con “senti, sono tre mesi che non mi faccio la ceretta, ho dei peli nelle gambe che sembro una marmotta, non è che vieni con me dall’estetista e poi facciamo un giro in centro a rimorchiare qualche nerboruto motociclista?”.
L’amica accetta, fanno un giro in centro ma, proprio quando Bella sale sulla moto di una specie di Lino Banfi, gli appare in visione Edward che le dice “occhio bella, questo ha la gonorrea!”.
Bella, impressionata dalla notizia, scappa disperata, mentre il motociclista grida “ma cazzo, almeno un bocchino!”.
Una volta ritornata a casa però, Bella ha come una illuminazione.
Prima va a comprare una moto scassata, poi la porta a quel bonazzo di Jacob e gli dice “Se monti questa moto, dopo potrai montare anche me!”.
Una volta sistemata la moto Bella le dice “prima faccio un giro, poi saldiamo il conto”.
Salta in sella, accende la moto ed inizia a guidare come facevano Stanlio e Olio e, proprio come nelle comiche, va a schiantarsi contro ad un sasso.
Jacob, arrapato come non mai, la raggiunge e poi, togliendosi la maglia gli dice “interessa l’articolo?”, mostrando senza vergogna a Bella di essere un portatore sano di addominali, pettorali e tutta una serie di “cipiti” dei quali nemmeno io ero a conoscenza.
Ola in sala e poi il film continua.

Da quel punto le cose iniziano a complicarsi, soprattutto per gli spettatori.
In meno di 30 minuti a Bella succedono tutte queste cose:
– Una vampira la vuole uccidere
– Jacob frequenta un gruppo di omosessuali e sta sempre con loro a petto nudo mentre fanno le pazze
– Come se non bastasse scopre pure che questi bonazzi sono in realtà licantropi che uccidono i vampiri.
– Tutto questo stress le fa venire le doppie punte e lei dalla disperazione si butta dalla scogliera. Mentre sta per affogare gli appare la visione di Edward che le dice “bastava usare il balsamo”.
– Viene salvata da Jacob che la riporta a casa.

Bella è sconvolta e non può credere a tutto quello che sta succedendo: prima si innamora di un ragazzo e scopre che è un vampiro, poi ci prova con un altro e scopre che è un uomo lupo. Quasi rassegnata dice “ci manca solo che il mio vibratore si trasformi in un minipimer e poi siamo a posto”.

Suona il telefono. E’ Edward che dice “siamo quasi alla fine del film, faccio qualcosa anche io oppure vado a casa?”.
Arriva anche Alice, la vampira con le visioni che dice a Bella “Edward è in Italia, ha preso due film da blockbuster, dice se facciamo un salto a trovarlo”.
Saltano sulla macchina e, cambio di scena, eccole sfrecciare lungo una strada di campagna dirette a Volterra.

La città è piena di persone incappucciate vestite di rosso e, particolare davvero inquietante, in giro non c’è traccia di venditori ambulanti.

Mentre Alice cerca di parcheggiare, Bella corre per la città alla ricerca di Edward.
Lo trova in piazza mentre inizia a denudarsi.
Lei lo guarda sconvolta e gli grida “ Edward, nooooo, è un’ora che gli spettatori stanno guardando il fisico di Jacob, se ti spogli tu fai una figura di merda!
Poi si getta su di lui, lo copre e gli dice “ma è possibile che io mi debba fare tutti questi chilometri per una trombata?
Poi, insieme, iniziano a leggere le frasi dei baci.

A quel punto, entrano in scena i Volturi, un gruppo di vampiri molto importanti che portano Bella ed Edward in una grande stanza e poi, furibondi, iniziano ad interrogarsi su come mai ad Edward piaccia tanto quella gatta morta.

Proprio mentre li stanno per uccidere interviene Alice che dice “ho avuto una visione, Bella ed Edward correranno a rallentatore vestiti di bianco!”.
Il Volturo non capisce cosa cazzo vuole dire, ma il budget è finito e dice “speriamo de magnà pure il prossimo anno”.

Bella torna a casa insieme ad Edward, si sdraiano sul letto e lei gli dice “si tromba o no?”, lui sorride e le risponde “mi dispiace bella, il film è finito, facciamo tra qualche anno ok?”.
Lei abbasso lo sguardo e rassegnata gli risponde “passami il minipimer và!”.

Fine
Considerazioni finali: La più bella storia sui vampiri uscita ultimamente è True Blood.