Tag Archives: Facebook

Willy Monfret, il mio nuovo dio

Andiamo con ordine.
Voi la conoscete Nicki Minaj? No? Beati voi!
Nicki Minaj è una culona pazzesca, fa canzoni di merda, si veste come sbirulino e, forse grazie a queste cose, è diventata il nuovo fenomeno rapper americano e tutti vogliono duettare con lei.
Ora, premesso che io con lei non ci andrei nemmeno a fare la spesa e che trovo le sue canzoni simpatiche e gradevoli come la piorrea, mi trovo costretto a complimentarmi con lei per la scelta del maschio nel suo video!

Willy Monfret è riuscito, con solo due sguardi, a farmi appassionare al video, e tutto questo nonostante Right Thru Me sia veramente una canzone di merda.

Ho già la sua foto sul mio comodino :D

Qui la sua pagina e qui il suo profilo Facebook

Once Were Blogger

Stasera, complice una implacabile gnagna che mi ha colpito, appena arrivato a casa ho piantato il culo sulla sedia e non l’ho più sollevato. Per ore ed ore sono rimasto ipnotizzato davanti al computer, tutto intento a riordinare, o meglio, a cercare di riordinare, il gigantesco casino che regna nel mio hard disk.
Sulle prime ho fatto pulizia nella cartella “fuffappetitosa”, cancellando tutte le foto già pubblicate; poi ho spulciato i video “interessanti” che mi ero salvato e poi, annoiato da tutto questo trashume, ho deciso di mettere mano al mio aggregatore.

Già dopo i primi 10 minuti ho capito di essermi buttato in una cosa da mal di testa ma, visto che avevo cominciato, ho deciso di arrivare fino alla fine.
Centinaia di link da catalogare in cartelle, tutti divisi per argomenti.

Tra le tante c’è, ovviamente, la cartella “Blog”, una cartella dove ho messo tutte le varie pagine che seguo.
Farò anche la cartella “Indispensabili”, per metterci tutti quei blog che mi fanno più ridere/riflettere e che, costi quel che costi, devo assolutamente sbirciare ogni volta che mi è possibile.

Un’altra cartella che ho fatto è “Ex Blog” (direi che il nome è chiaro), una cartella piena di nomi fantasiosi che, una volta finita, si è trasformata in una sorta di cimitero cibernetico.
Ed in questo cimitero, tra i tanti blog arenati in mesi lontani, ce ne sono alcuni dei quali riesco ancora a leggere i vecchi post (non so bene grazie a quale mistero del google reader) nonostante abbiano ormai cancellato completamente ogni profilo.

<Modalità Amarcord on>

Ci sono post pieni di grinta, poesie perdute, ricette appetitose (saranno mica morti dopo l’assaggio eh?), storie esilaranti, storie commoventi e, molto spesso, quella deliziosa voglia di sfogarsi pubblicamente, tutte quelle piccole catarsi emotive sbriciolate sulla tastiera del computer che tanto mi fanno stare bene.

Ma dove sono finiti tutti questi blogger? Dov’è finita tutta quell’energia con la quale si voleva cambiare il mondo?
Si è passato dal “tutti hanno un blog” ad un più algido “tutti sono su facebook” e non mi sembra un buon cambio.
Certo, la sostanza è la stessa. Anche su facebook si pubblicano foto, piccoli pensieri, si linkano video di YouTube e poi, a volte, saltano fuori anche piccole perle che però, purtroppo, sprofondano subito nell’affollata bacheca, scomparendo per sempre sommerse da milioni di fuffa. Intere frasi liquidate da un “mi piace” e poi, come le chiacchiere fatte in una discoteca, urlate e poi subito dimenticate.
Peccato.

I blog a me sembrano più ordinati (ma io sono di parte eh), un piccolo spazio che ognuno cura in maniera personale, dalla grafica fino ai contenuti, e che sono a volte interessanti, ed altre volte si leggono come le riviste dalla parrucchiera, più o meno sovrappensiero.

Alle volte mi chiedo “Ma perché continuo a scrivere in questo blog?”.
Ovviamente la risposta non sono mai riuscito a darmela, quindi continuo con le mie cazzate, ovviamente nella piena consapevolezza che tutto questo non mi porterà da nessuna parte.

La cosa meravigliosa è che, grazie a larvotto, ho conosciuto un sacco di persone da ogni parte del mondo (ci ho pure trovato marito).
Mando quindi un bacetto ai miei vecchi compagni di gioco, a quelli che non ho mai conosciuto, ed anche a quelli che si sono trasformati, da anonimi nick spesso impronunciabili, ad amici indispensabili.

ps
Mamma mia quanto mi mancano quelle belle cene tra blogger :)

<Modalità Amarcord off>

La sidebar di Facebook puzza di Pia Zadora!

Avete presente le pubblicità di Facebook?
Allora, chi è il calvo così disperato che compra la crema per la miracolosa ricrescita dei capelli fiducioso del risultato?
Sarei disposto a scommettere qualsiasi cosa sulla loro inutilità. Anzi, quasi quasi ne compro una confezione e poi faccio una serie di videopost, giorno dopo giorno, per mostrare a tutti i poveretti pronti a farsi gabbare, che nessun nuovo pelo ricrescerà sulla mia pelata.

E non è tutto, perché quei fastidiosi necrologi offrono il peggio di qualsiasi cosa.
Ad esempio, tra le offerte di lavoro ed i misteriosi prodotti invitanti come diarrea, ecco spuntare anche gli artisti, tutti ovviamente nati sotto al segno di Pia Zadora.

Per mesi hanno trifolato le balle minacciando il ritorno dei Canton con Sonnambulismo 2010, una riedizione del brano del 1984 al quale è stata solamente aggiunta un’inutile base elettronica ed un video che ci mostra l’impietoso “colpo de vècio” che li ha presi in pieno.

Mentre adesso, sempre in odor di Zadora, ecco spuntare Walter Giannini.

La prima domanda è: Ma chi cazzo è Walter Giannini?
La seconda è: Ma chi se lo incula?
La terza: Ma per fare la copertina del disco ha usato Power Point?

Figa che schifo di grafica!
A questo punto proporrei di creare il gruppo “Una copertina per Walter“, così diamo tutti una mano a questo poveretto. Già le canzoni non sono quella gran cosa (ho ascoltato l’anteprima su iTunes e mi è bastata), almeno che tutte quelle sguatarrate abbiano una bel vestitino.

Oppure, ancora meglio, gli facciamo fare una bella presentazione da Manuela Arcuri che, se sfodera uno “strateggismo musicale”, alla peggio lo fa finire tra i video più visti della settimana :)

ps
Navigando alla ricerca del video dei Canton mi sono imbattuto in un altro video sempre di Sanremo 1984 “Madame” di Rodolfo Banchelli.
E’ stato un ritrovato amore :)

Ma chi gestisce la sidebar di facebook?

Quando vedo apparire certi annunci, ho come l’improvviso desiderio di infilare la mano nel monitor, arrivare fino alla faccia di chi li ha inseriti per potergli delicatamente legare le orecchie a mò di fiocco davanti alla faccia.

facebook

bambino

L’ultimo è il mio preferito. Quale sarebbe il mio contributo, un preservativo farcito?

ps

Facebook a parte, ieri ho partecipato al sondaggio di la7Via Rutelli dal PD, vuoi che Bersani cerchi di trattenerlo?“.
Ovviamente ho votato NO, ma credo sia giusto dire che un sondaggio come questo è incompleto. Mancava il bottone “NO! E non dimenticare di salutarlo a calci in culo da parte mia!

rutelli_si_no

No, vi prego, no!

Qual è l’evoluzione degli sms tipo “manda questo messaggio a 10 tuoi amici e l’amore ti sorriderà”?
Semplicissimo!
Sono i gruppi di facebook con nomi tipo “invita 20 amici ad isciversi a questo gruppo e (magia delle magie) apparirà un bottone che ti permetterà di cambiare il template”; oppure il nuovissimo “VISUALIZZA TUTTI I PROFILI SU FACEBOOK (ANCHE SE NON AMICI)”!
Il testo dice:

1) Iscriviti al gruppo
2) Invita almeno 20 amici a iscriversi (almeno 15 di loro dovranno accettare la richiesta!)
3) Clicca sul link che riceverai tramite messaggio privato
4) Clicca su “Secret section access”
5) Buon divertimento ;-)
ATTENZIONE: usate con cautela…è consentito visualizzare MASSIMO 30 profili al giorno.
Ottimo per spiare gli/le EX e colui/lei che non conosci ma ti interessa da sempre!

Ma porca puttana, dico io, chi è il beccaccione che crede a tutte queste minchiate?
Anzi, riformulo la frase: quale tra i 289.932 iscritti crede veramente a questa cagata cosmica?

Ma non si è accorto nessuno che sono pagine acchiappapolli?

Una dilettante

C’è questa ragazza inglese che, delusa dall’ammmore, ha deciso di sfogare i suoi bollori su internet.
La notizia sarebbe che ha fatto sesso con 50 uomini in tre mesi.
Direi che la possiamo rimandare a settembre…

Fa quasi ridere come quella dell’etero convinto che, carico di orgoglio ti dice “io nella mia vita avrò fatto sesso con almeno 30 donne diverse!

Fanno quasi tenerezza eh? :)