I program my home computer

(Beam myself into the future)

Ieri sera sono stato a Ferrara al concerto dei Kraftwerk! E’ stato assolutamente strepitoso. L’acustica era molto buona, i pezzi erano ben “smanettati” e la risposta del pubblico è stata ottima.

Cosa posso dire ancora di questo gruppo? Io li adoro, li venero, mi fanno impazzire. La loro capacità di curare la sonorità elettronica è assolutamente unica. Ieri sera Io e Mitzva ci chiedevamo se, quando agli inizi degli anni 70 hanno composto Autobhan, si rendevano conto di quale enorme innovazione stavano inaugurando.

Sono uscito euforico, e mi scuso pubblicamente perchè, in preda all’eccitazione, ho mandato degli sms a raffica, con toni molto scabrosi. Non si è offeso nessuno eh? :o)

Voglio solo citare un’episodio che ha (ma pochissimo eh) un attimo intaccato l’assoluto amore che ho per loro.

A quanto pare, i nostri nonni tecno, hanno fatto scenate da primadonna con quelli dell’organizzazione. Non volevano gente che fotografasse, non volevano gente che registrasse (quasi impossibile gestire questa cosa), ma soprattutto: “non volevano cuochi italiani” perchè non si fidavano. Hanno preferito portarsi i loro dalla germania.

Beh, contenti loro… Ce li immaginavamo arrivare in Italia con le valige farcite di crauti, bradwurst e curryketchup, per poi mettersi dietro al palco a fare una grigliata prima del concerto. Che brutta immagine 🙂