Tornato!

Urca, ma sono state davvero solo due settimane? Con tutto quello che mi è successo a me sembra di essere stato via un anno!
Ho vissuto esperienze nuove, alcune molto emozionanti, ho fatto cose che avevo sempre sognato, ho conosciuto gente fantastica, ho avuto così tanta paura che mi sono messo a piangere, mi sono innamorato di una piccola città, ho sognato davanti all’oceano ed ho gridato forte in una notte illuminata da una grande luna.

Penso che, piano piano, cercherò di spezzettare la vacanza, pubblicare alcune foto e raccontarvi molte delle cose che ho vissuto, quelle più piccanti ed anche, ovviamente, quelle dove ho fatto di tutto per farmi compatire.

Come una delle ultime sere a Castro quando, travolto dall’euforia del locale, ho deciso di lanciarmi in pista per un ballo scatenato.

L’occasione mi è stata data dal pezzo delle Saturdays “Notorious”, una canzone che mi gasa un sacco. Appena è partita sono balzato in pista che sembrava mi avessero tirato con la catapulta.
Ci ho dato dentro un casino, occhi chiusi, mani al cielo, mosse sinuose a rallentatore, bocca a culo di gallina. No beh ragazzi, io ci credevo davvero.
Ci hanno invece creduto molto meno gli altri in pista i quali, molto probabilmente, erano indecisi se chiamare un esorcista oppure il più vicino ospizio per sapere se un qualche pensionato calvo si era per caso allontanato dalla struttura.

Ripensandoci adesso credo che, ad occhi esterni, la mia performance sia risultata pericolosamente simile a questa (dovrebbe già essere tarato al minuto 5.30).

Ora una curiosità.
C’è qualcuno tra di voi che mi sa dire che cazzo sono questi cerchi?
Li ho fotografati dall’aereo, ed il visore dal seggiolino segnava Tuscarora Mountains.
Ho cercato in internet ma non ho trovato nulla.


(cliccate per ingrandire) Erano enormi.