Karaokando

Allora, la colpa è tutta di Matteo che, una ne pensa e cento ne fa, nei suoi deliri di inizio anno, ha proposto un concerto di capodanno alternativo. Il gioco consisteva in questo: scatenarsi a turno davanti alla webcam, esponendosi a pubblico ludibrio senza nessuna vergogna. Quando mi hanno proposto una esibizione live in webcam, […]