Fontcuberta (Io sono fatto di voi)

Ieri sera sono stato alla mostra di fotografia europea a Reggio Emilia e
ho visitato alcuni tra i 13 spazi espositivi per cui l’ingresso era a pagamento.
Ve li consiglio assolutamente, con un unico biglietto (10 euro), si
possono visitare tutti.
Tra le esposizioni c’è “Googlegrammi” di Fontcuberta.
L’idea è originale.
L’artista spagnolo ha utilizzato un’applicazione gratuita per il mac
(MacOSaiX) per creare delle immagini suggestive.
Anziché da pixel colorati, le immagini sono composte da tante miniature di
fotografie “raccolte” su google, utilizzando come chiave di ricerca i
nomi delle persone legate all’immagine stessa.

fontcuberta_irak

Ad esempio, nella foto qui sopra, c’è un iracheno ucciso da un
proiettile esplosivo.
Per comporre questa immagine Fontcuberta ha utilizzato come criterio di ricerca su Google i nomi dei capi di stato che, nel 2003, violando il diritto internazionale e senza l’approvazione dell’ONU, ordinarono ai propri eserciti di invadere l’Irak.

Tra questi c’è anche il nome di Silvio Berlusconi, da anni ormai
associato alle peggio cose della nostra storia.
Al tale proposito, suggerirei di cambiare la frase che da anni
accompagna gli italiani nel mondo. Direi che “spaghetti, mafia e
Berlusconi
” sia più appropriata, anche perché il mandolino non lo
suona più nessuno.

fontcuberta_berlusconi

Appena arrivato a casa, ancora fortemente ispirato da questa mostra, ho scaricato il programma di fotomosaico e poi ho provato a creare alcune immagini.
Per comporle ho utilizzato le fotografie presenti nel mio iPhoto.
Il risultato mi piace molto, e mi piace soprattutto l’idea che la mia immagine è formata dall’unione di tutte le persone a cui voglio bene.

mosaico2

immagine-10

ps
(la foto di Fontcuberta l’ho presa da qui)