Tag Archives: spam

Il diritto di lunghezza per la sicurezza (l’evoluzione dello SPAM)

Se da una parte ci sono le solite mail che, poverette, ce la mettono tutta per fregarti, ecco arrivare una nuova evoluzione nel mondo dello SPAM.
Passiamo ad esaminarle.
Lo SPAM old style è il mio preferito. Viene abilmente filtrato da gmail, ti fa fare grasse risate e risolvi il tutto cliccando su “elimina tutti i messaggi di spam adesso“.
Guardate questa ad esempio, non è deliziosa? (cliccate per ingrandire)

“Ciao a voi! Grazie per aver scelto di hanno deciso! E ‘l’unico modo sicuro per il vostro sogno di raggiungere la lunghezza
Essa ha gia aiutato migliaia di uomini, il diritto di lunghezza per la sicurezza. Quindi non esitate, anche, l’ordine e iniziare finalmente a vivere!
Il tuo Nuovo Link Non e Piu Adatta in Jeans

No dai, questo testo è genio puro.

Ma ecco che, dopo questa buffonata, ecco arrivare un nuovo tipo di spam, leggermente più evoluto.
Tra i commenti marcati come spam nel mio blog ne ho trovati due che, all’apparenza, stonavano tra tutte le scritte in russo e quelle in inglese a favore di una qualche baggianata.
Tutti e due avevano come link l’indirizzo ad un sito tipo “prezzi bassi punto qualcosa”, ma la cosa simpatica era il testo: era la copia di un commento già presente nel blog.
Ingegnoso eh? :)

La definitiva catena di S. Antonio!

Questa che hai ricevuto è una catena di S. Antonio, una delle più terribili.
Leggi fino alla fine perché sennò saranno cazzi per diabetici!

In questa catena non troverai foto simpatiche, frasi ad effetto (di quelle che parlano di amicizia, angeli ed amore), storielle divertenti oppure barzellette vecchie di vent’anni, e non troverai nemmeno fotografie strepitose rigorosamente elaborate al computer.
Quello che troverai sarà soltanto l’anatema!
Eh si cari miei, la fregatura c’è sempre.

Questo messaggio porta molta fortuna, ma solo se NON lo ignori ovviamente; perché se solo proverai a cestinarlo ecco alcune cose a cui potrai andare incontro:
- Tutte le canzoni del tuo iPod si cancelleranno e non potrai più metterne di nuove. Al posto delle tue raffinatissime playlist comparirà il brano “Amelia” di Maria Giovanna Elmi, l’unica canzone che il tuo lettore riuscirà a riprodurre.
- Qualsiasi cosa tu mangerai saprà di kren!
- Non troverai mai parcheggio, nemmeno a pagamento.
- Nel tuo condominio verranno ad abitare solo testimoni di Geova.
- Soffrirai di eiaculazione precoce differenziata (Tu ti masturbi da solo a casa e vieni in meno di un minuto, mentre il tuo oggetto del desiderio si starà facendo una scopata da urlo con il tuo migliore amico).
Attenzione, se sei una donna ignora il punto precedente e passa al successivo.
- Tutti gli uomini di cui ti innamorerai saranno irrimediabilmente gay e quelli che si innamoreranno di te assomiglieranno a questo:

uomo-ideale.jpg

Ed inoltre, particolare non trascurabile, gli uomini di cui sopra avranno tutti la forfora, l’alitosi ed un paio di ascelle assassine!”

Paura eh?
Scommetto che adesso vuoi sapere come fare per evitare questa serie di disgrazie.
Ma è semplice: come in tutte le fastidiosissime catene dovrai inviare questo messaggio a tutti i tuoi amici, MA (e qui viene il bello) dovrai farlo mettendo i destinatari in CCN!

Non sai cos’è il CCN?
Ahia…

Va bene, per questa volta ti aiuto, sono un uomo di cuore io. Leggi qui… ma sbrigati, io sento già in sottofondo la Elmi.

UPDATE

Ci tengo inoltre a ricordare che, a casa mia, la posta la smista sempre Uhga!
Io vi ho avvertito…

La fortuna ha bussato alla mia porta!

Ragazzi, è stato bello, ma adesso devo andare, mi aspettano anni di ozio in una soleggiata isola lontano dal mondo.
Non vorrei farvi schiattare d’invidia, ma guardate che mail ho trovato stamattina:

“Buongiorno,
So che non lo conoscete personalmente, tuttavia io voglia che lo aiutavate dopo lettura della mia posta. Tengo a metterli al corrente che lavoro in una banca qui in Costa d’Avorio come direttore del servizio dei trasferimenti, fuoco Sig.ra. Lany Johnson aveva depositato la somma di $3.500.000 alla nostra banca prima che sia morta e da quando è morta nessuno non è venuto per i reclami di questi fondi.Vorrei dopo lettura della mia posta che la contattavate affinché possa fornirvi le precisazioni complete sul modo in cui i fondi saranno trasferiti nel vostro conto bancario senza alcuno problema.

Per la vostra informazione questa transazione è al 100% senza rischio. Per il vostro aiuto vi darò il 30% di questi fondi.

Grazie e che dio voi benedica.
Io voi pregati di autorizzare l’espressione delle mie sensazioni più distinte.

Il Sig. Ken Samuel.”

Vi manderò una cartolina.
Baci a tutti :)

Il galateo nelle e-mail.

Cari amici, care amiche e anche a tutti gli altri,
un caloroso saluto dalla vostra Orvilla Cattabriga.
Sono stata invitata in questa deliziosa pagina web ad insegnare a tutti voi, la corretta maniera per inviare una e-mail ad un gruppo di persone.
Quante volte ci sarà capitato di avere sul disco rigido: una simpatica fotografia, un divertente filmato, una sfiziosissima storia.
Ovviamente, se è una cosa che a noi ha tanto divertito, subito sentiamo il bisogno di dividerla con i nostri amici.
E quante volte vi è capitato di ricevere una mail che contiene uno di questi file?
Purtroppo però, il più delle volte, il file in questione viene inviato in una maniera frettolosa, un comportamento che trasforma la vostra mail, da simpatico pensiero in noioso pastrocchio.

Facciamo un esempio con il caso più frequente.
Ho questa simpatica fotografia che voglio inviare ad un gruppo di amici.
Apro il mio programma di gestione posta, scrivo due parole introduttive ed allego il file.
A questo punto inizio ad inserire i nomi degli amici con cui voglio condividere questa cosa.
Avrete tutti notato che, oltre allo spazio standard per inserire gli indirizzi, segnato con il nome [A:], ce ne sono altri con sigle diverse: [cc:] oppure [Ccn:]. Ed è proprio Ccn è quello che interessa a noi.
Infatti, tutti i contatti inseriti in tale spazio, riceveranno la vostra mail, ma NON vedranno i nomi delle altre persona a cui l’avete inviata.
Questo sistema consente di evitare una incontrollata diffusione del vostro indirizzo di posta privato.
Non è difficile vero?
Come dite?
Che a voi non interessa?
Che fate come vi pare?
Ah si?
Beh, io non sono qui per farmi sbeffeggiare da un gruppo di maleducati come voi.
Sapete cosa vi dico?
Io me ne vado, me-ne-va-do!
E adesso dico al signor Larvotto di chiedere a qualcun altro. Io non ho intenzione di portare a termine questa rubrica!
SLAM!

< Il nostro post riprenderà il prima possibile>

< Nello scusarci con i lettori per lo spiacevole inconveniente, riprendiamo il post con la nuova strepitosa interprete>


Maledetti bastardi, luride teste di cazzo, cosa avete al posto del cervello? Segatura?
La volete piantare di inviare delle inutili stronzate, buone solo ad intasare la casella di posta elettronica?
Scelgo poi io quando e se voglio essere felice e sorridente, mica devo aspettare che me lo dite voi.
Non ho certo bisogno di foto di cuccioli od animali.
Che poi, quando vedo la faccia di un gatto spaurito con sotto scritto “regalatevi un momento di tenerezza”, a me viene subito da pensare che devo cucinarmelo come fosse una lepre. Altro che tenerezza, spezzatino!
E come se non bastasse, a rendere la cosa ancora più fastidiosa, si aggiunge il fatto che non mettete nemmeno i destinatari nascosti.
E se c’è una cosa che non sopporto è quando il mio indirizzo di posta privato viene usato da persone che nemmeno conosco.
Ma dove cazzo avete imparato ad usare internet? Dalla bidella?
Al prossimo che manda una merdosissima catena di Sant’Antonio poi, gli arrivo in casa, gli strappo i coglioni e ci faccio due orecchini!
Altro che “manda questa mail a 5 tuoi amici entro i prossimi 10 minuti”, nei prossimi 10 minuti devi preoccuparti solo di chiamare la guardia medica.
E digli di portare delle pinze, perché ti spezzo le dita e te le infilo su per il culo.
Parola di Uhga!

Attenzione
Visto il frizzante curriculum della signorina Uhga, ho deciso di assumerla a tempo pieno come segretaria per smistare la mia corrispondenza.
Quindi, occhio a quello che fate.